Criminalità a Salerno: la risposta immediata delle forze dell’ordine

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Questa mattina negli Uffici della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno, il Procuratore Capo, Dott. Corrado Lembo e il Questore della Provincia di Salerno, Dott. Pasquale Errico, hanno illustrato i dettagli delle due operazioni di Polizia che hanno portato alla sottoposizione a fermo di P.G., nella serata di ieri, degli autori rispettivamente del ferimento di un parcheggiatore abusivo in Via San Leonardo e di una rapina in Via Botteghelle, avvenuti poche ore prima.

Duro affondo del procuratore Corrado Lembo sulla sicurezza che ha dichiarato:  “Abbiamo sotto controllo il territorio, nell’Agro c’è una attenzione costante e immediata, seguita dalla Magistratura, tutto questo accade anche a Salerno. Molti fatti delittuosi recentemente commessi sono stati scoperti e individuati grazie alla videosorveglianza presente sul territorio, in altri casi gli impianti di videosorveglianza però non funzionavano, invito a fare una mappatura di tutti gli impianti delle telecamere, pubblici e privati, con la verifica del funzionamento.

Ogni volta che succede un reato non dobbiamo impazzire – ha proseguito Lembo – Questa è sciatteria amministrativa che non consente di controllare e verificare il buon funzionamento. É una cosa che deve essere valutata. Quando non ci sono i soldi per far funzionare questi impianti cosa vale di più? La sicurezza dei cittadini o la fiera di paese? O qualsiasi manifestazione culturale”.

IL COMUNICATO DEGLI ARRESTI 

Personale della Polizia di Stato appartenente alla Sezione reati contro la persona della Squadra Mobile della Questura di Salerno, nella serata di ieri, ha proceduto al fermo di indiziato di delitto, ad iniziativa della Polizia Giudiziaria, nei confronti di Erik Lammardo, nato a Cava de’ Tirreni, di anni 22, ritenuto responsabile dei reati di tentato omicidio e tentata rapina.

Il Lammardo, alle ore 18,00 circa, tentava una rapina in questa Via San Leonardo a Salerno, nei confronti di un cittadino salernitano 47enne, intento a fare il parcheggiatore abusivo.

Quest’ultimo, nel tentativo di sottrargli il borsello, ingaggiava una colluttazione con la vittima a seguito della quale esplodeva un colpo d’arma da fuoco.

Il parcheggiatore abusivo veniva attinto alla gamba destra e portato presso il locale nosocomio ove veniva ricoverato e diagnosticata una prognosi di giorni trenta s.c.

Le immediate indagini avviate dai poliziotti della Squadra Mobile, svolte con l’ausilio delle telecamere di sorveglianza poste nei pressi degli esercizi commerciali del posto ed alle dichiarazioni della vittima, permettevano di acclarare la dinamica dei fatti e la responsabilità del Lammardo,

Nel corso della perquisizione domiciliare presso la casa famiglia ove dimora il Lammardo, sono state trovate, nella stanza a lui in uso, nr. 13 cartucce cal. 32, dello stesso calibro del bossolo rinvenuto nel luogo del tentato omicidio.

Sono stati inoltre trovati gli stessi abiti indossati dal rapinatore durante la commissione del reato.

Per i gravi indizi di reità emersi, il Lammardo è stato sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria e, dopo le formalità di rito, è stato condotto presso la casa circondariale di Fuorni a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Sempre nella serata di ieri, i poliziotti della Squadra Mobile, Sezione Falchi, hanno proceduto al fermo di indiziato di delitto, ad iniziativa della Polizia Giudiziaria, nei confronti di Luca Fabbrino, nato a Salerno, di anni 37, ritenuto responsabile del reato di rapina.

Il Fabbrino, alle ore 19.30 circa, perpetrava una rapina all’interno di un tabacchino sito in Salerno in Via Botteghelle.

Il rapinatore, una volta all’interno dell’attività commerciale, costringeva il proprietario a consegnargli l’incasso della giornata, pari a euro 200,00, minacciandolo di morte e stringendogli il collo con le mani, dopodiché si dava a precipitosa fuga.

Le immediate indagini avviate dalla Squadra Mobile, permettevano di acclarare la dinamica dei fatti e la responsabilità del Fabbrino, grazie alle telecamere di sorveglianza poste all’interno del tabacchi ed alle dichiarazioni della vittima.

Le ricerche, hanno consentito agli agenti di rintracciare l’autore della rapina in Via Roma dove, quest’ultimo, alla vista della Polizia di Stato, tentava la fuga, ma veniva ben presto bloccato.

Per i gravi indizi di reità emersi, il Fabbrino è stato sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria e, dopo le formalità di rito, è stato condotto presso la casa circondariale di Salerno – Fuorni a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.