De Luca a LIRATV: «Luci, qualcuno rema contro dall’interno del Comune»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
Il Governatore della Campania Vincenzo De Luca nel consueto appuntamento del venerdì su LIRATV è tornato a parlare di Luci d’Artista e del ricorso presentato dalla Blachere contro l’impresa (Iren) che si è aggiudicato l’appalto per l’allestimento delle luminarie.

«Un ricorso sgangherato – ha detto l’ex sindaco di Salerno  – anche qui mica c’erano elementi tali da invalidare la gara. Ormai sono un mezzo animale istituzionale. Quel ricorso è stato fatto da uno all’interno del Comune per dare fastidio a qualcun altro, beghe solite, ricorsi. Hanno fatto a gara Salerno e Napoli a chi sparava palle più grandi».

Poi aggiunge: «Chi viene a Salerno a vedere le luci, una sera le osserva l’altra sedra  va a Pompei e poi a Napoli. È un bell’evento che copre un periodo tradizionalmente morto.È bello avere un evento con boom turistico in una città di mare. Anche questa è una cosa che ci siamo inventati per destagionalizzare il turismo anche a vantaggio di tutto il territorio regionale».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. De Luca sei finito ! Tu ed il tuo mentore di Rignano sull’Arno….l’anno prossimo, ad elezioni concluse, ti verranno a prendere e portare finalmente dove meriti .

  2. Invece di andare la notte a Controllare le luci, perché non poni attenzione alle piú che numerose illegalità cui siamo sottoposti ogni momento tipo moto che sfrecciano sui marciapiedi, pedoni ed automobilisti che non rispettano piú le minime regole del codice, i venditori di calzini ed i delinquentucci arrivati e stabilitisi a Salerno al seguito del bussiness delle Luci d’artista, la mancanza di biblioteche, la riduzione della Stazione navale a sala eventi, la mancanza di anche una sola spiaggia dove fare un bagno, la scomparsa dei meglio giovani che però non vogliono sottomettersi al ricatto di lavorare grazie a zio Vicienzo o di rimanere nessuno, la assoluta impossibilità di camminare protetti in bicicletta, l,impossibilità di decidere di poter eliminare le auto dal centro e non essere piú sottoposti all,ingiuria dei rumori assordanti che endono impossibile la vita al centro, lo spopolamento di Salerno, l,assenza di qualsiasi politica abitativa per i giovani e ancora bla bla bla …….

  3. È ovvio chi ha un’opinione contro i tuoi abusi rema contro…chi invece è un tuo affiliato è una persona perbene? Ma la democrazia con te è finita nel gabinetto? Ma come si dice ” il guaio e’ chi ti viene appresso”… Scetetv uagliu va’ l’aria è doce.

  4. X Anonimo Ti impegni a scrivere tanti sproloqui e stronzate tutte e solo contro De Luca e poi ti firmi Anonimo mi dire che senso ha? e’ come si suol dire FAI O GALL NCOPP A MUNNEZZ. Bah

  5. premetto che anche io sono deluso dell operato degli ultimi anni della giunta Deluchiana..nn ne parliamo del Purtorppo Sindaco Napoli, persona che non ha mai avuto voglia di lavorare..e ora sotto elezioni pubblica su facebook anche se fa una cosa che sarebbe di normale amministrazione..gli assessori e consiglieri vari..caliamo un velo pietoso…ma in tutto questo la cosa più triste è che non c’è una figura di spicco che possa emergere a Salerno..ma avete capito che teniamo da 20anni Celano che v reclutando la mazzamma..e sabato solo lamentarsi..e intanto si assicura lo stipendio..da anni a spese nostre a Salerno..ma di cosa vogliamo parlare? delle luci? dei problemi di vivibilità…? purtroppo Salerno e territorio di Lettieri con i suoi centri commerciali prima vedi ancora mcm e pannelli solari..e di Rainone..che onnipresente in tutti gli appalti del comune d Salerno..ma nn facciamo discorsi terra terra..le luci sono fumo nell occhio per distrarci..e voi ancora vi applicate…

  6. Dai vari commenti emerge una sofferenza politico sociale enorme, lo stesso Governatore parla di franchi tiratori all’interno del Comune………secondo me (e chiedo scusa a priori se qualcuno si sente toccato) bisognerebbe fare un passo indietro e ritornare a quello che era Salerno una quarantina di anni fa dove comunque c’erano i “bravi” che dettavano legge e senza la “democrazia” di oggi! Salerno era una delle tante cittadine del sud sulla cartina geografica e per rintracciarla si doveva ricorrere a luoghi più “conosciuti” Paestum, Pompei, Padula e Napoli. E’ chiaro che oggi, con l’espandersi della città sono aumentati a dismisura interessi privati e non ,si sa quando vuoi fermare o bloccare qualcuno/qualcosa l’unico rimedio e creare il sospetto, il dubbio che quello che si fa è illegale o a discapito/danno dell’intera socetà.(fermo restando che sono per la massima trasparenza) – L’illegalità che viene pseudo-denunciata sui social deve avere un seguito in Procura per avere un senso, e a chi a Salerno ha trovato il “piatto pronto” ha il diritto di lamentarsi se le cose non vanno, ma sospratutto ha il dovere sacrosanto di difendere e presevare quello che ha trovato, tenendo ben presente che questa non è una bomboniera da mettere nella vetrinetta ma una città in continua espansione……mi auguro.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.