A Brescia il crollo di una Salernitana totalmente ridimensionata

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
Doveva essere la partita della riscossa per la Salernitana che invece crolla a Brescia 2-0 e dopo la trasferta di Cittadella incassa il secondo ko consecutivo. Squadra in fase involutiva con un primo tempo inguardabile ed una ripresa confusionaria. Brescia meglio organizzato anche se non trascendentale ma che sfrutta al meglio un autorete di Vitale al 50’ e raddoppia all’ 80’ con il sempreverde airone Caracciolo. Inutili gli ingressi di Rodriguez, Ricci e Sprocati. Solo quest’ultimo ha provato a impegnare il portiere delle rondinelle. In mezzo solo tanta approssimazione, con una fase difensiva pessima, una mediana lenta e un attacco spuntato. Partita che ridimensiona ulteriormente gli obiettivi dei campani rispetto ad appena un mese fa.

Salernitana dunque di scena a Brescia questo pomeriggio alle ore 15. Seconda trasferta consecutiva per i granata dopo la sconfitta di Cittadella. La gara di oggi serve per capire se in Veneto c’è stato solo un incidente di percorso oppure è iniziata una fase involutiva della squadra.

Bollini conferma il 3-5-2, lascia a casa Zito (prossimo alla cessione di gennaio insieme al separato in casa Rosina) e Kadi (per scelta tecnica) e vara novità in tutti i reparti del campo. Partiamo dalla difesa. Davanti a Radunovic, chiamato ad un esame decisivo per la conferma da titolare ecco Pucino, il rientrante Schiavi e Mantovani alla sua sinistra. Proprio Schiavi dovrà occuparsi di marcare il pericoloso e temuto ”airone” Caracciolo.

A centrocampo Gatto agirà a destra mentre dalla parte opposta ci sarà Vitale nel ruolo di quinto a sinistra che torna dopo la dqualifica.  L’altra novità della mediana è rappresentata da Rizzo mezzala destra, con Signorelli accentrato e Minala a sinistra. In panchina a sorpresa Ricci. In avanti Rossi giocherà al posto di Rodriguez in tandem con Bocalon.

Difesa a tre anche per il Brescia di Pasquale Marino, che contro la Salernitana si gioca la panchina. Tra i pali ci sarà Minelli, con Coppolaro, Gastaldello (ha avuto alcuni problemi e, non giocasse, toccherebbe all’ex granata Bagadur) e Lancini in difesa. I due mediani saranno Bisoli e Martinelli, con Cancellotti esterno intermedio di destra e Dall’Oglio dalla parte opposta. A Torregrossa e Furlan il compito di innescare Caracciolo.

Salernitana scortata da 500 tifosi che rinnoveranno il patto d’amicizia con la tifoseria di casa e che dura da moltissimi anni e nato a Salerno quando una caduta sui gradoni dell’Arechi costò prima il coma e poi la morte per il giovane bresciano Roberto Bani. E un altro incidente con protagonisti i tifosi, stavolta granata, ha condizionato la vigilia del match tra rondinelle e campani. Un mini-van di 9 posti con a bordo gli ultras della Nuova Guardia ha impattato il guard-rail sull’autostrada che conduce al capoluogo lombardo. Auto distrutta e feriti gli occupanti in maniera non grave, tranne che per un tifoso che ha riportato problemi ad un braccio. Arbitra Illuzzi di Molfetta

LA PARTITA

Clima uggioso e freddo al Rigamonti di Brescia dove i tifosi di casa contestano la loro squadra per le ultime sconfitte in campionato. Rondinelle in campo con la classica divisa azzurra, Salernitana in completo bianco con striscia granata sul petto. Parte bene la squadra di Bollini, intenzionata a fare il suo gioco. Al 10’ pericoloso però il Brescia dagli sviluppi di una punizione, in una mischia Bisoli si fa ribattere la conclusione in corner. Dalla bandierina la sfera è per Dall’Oglio ma la mira è sbagliata. Dopo un minuto ci prova anche Martinelli dalla distanza, Radunovic blocca.

Al 20’ primo giallo di giornata per Pucino per fallo su Torregrossa. Proprio quest’ultimo un minuto dopo non trova l’impatto con la palla. Al 22’ la sfera buona c’è l’ha Rossi che non trova la girata. Sul proseguimento d’azione lo stesso baby laziale con un pallonetto scheggia la traversa di Minelli. Alla mezz’ora il Brescia alza il ritmo e cerca con maggiore insistenza il forcing. Al 40’ lancio lungo per Caracciolo che si beve Schiavi ma incredibilmente da pochi passi non inquadra lo specchio. Lo stesso airone di testa poco dopo manda al lato. Dopo due minuti di recupero e qualche mischia in area ospite termina un brutto primo tempo.

SECONDO TEMPO

Squadre in campo per la ripresa con i medesimi schieramenti della prima frazione. Inizio al piccolo trotto ma al 5’ i lombardi passano in vantaggio. Cross dalla sinistra e Vitale di testa cerca di appoggiare indietro a Radunovic ma angola troppo la traiettoria e la sfera si deposita in rete. Rondinelle che senza volerlo si trovano avanti. La Salernitana prova la reazione rabbiosa ma si espone al contropiede locale. Bollini inserisce Rodriguez per Rossi. Al quarto d’ora un retropassaggio lombardo trova Minelli che svirgola di piede la sfera, ma proprio Rodriguez è molto lontano dall’azione. Dopo un minuto Minala ha una buona palla ma non riesce a servire lo spagnolo.

Esce Rizzo entra Ricci negli ospiti. Ma al 20’ ancora le rondinelle sfiorano il raddoppio con Lancini che si fa neutralizzare la conclusione di piede da Radunovic. Ricci prova a suonare la carica in casa campana. Ma è ancora il Brescia pericoloso con Torregrossa in rovesciata, sfera out. Dopo un minuto lo stesso attaccante viene servito in area ma si divora il raddoppio. Marino inserisce Machin per Dall’Oglio mentre Bollini inserisce Sprocati per Mantovani giocandosi il tutto per tutto con un 3-4-3. Proprio Sprocati cerca subito la rete ma Minelli si rifugia in corner.

Anche Vitale di sinistro ci prova dalla distanza ma la palla è alta. Nel momento migliore degli ospiti in contropiede Machin scappa sulla destra e serve la sfera a Caracciolo che non si fa pregare due volte per depositare il raddoppio nella porta di Radunovic. Lo stesso Machin commette fallo su Pucino e finisce sul taccuino di Illuzzi. Esce Caracciolo nelle rondinelle tra gli applausi, al suo posto Ferrante. Nel finale infortunio per Pucino costretto a lasciare il campo in barella. Dopo tre minuti di recupero termina una brutta partita dei granata che ridimensiona ulteriormente gli obiettivi dei campani rispetto ad appena un mese fa.

BRESCIA – SALERNITANA 2-0

BRESCIA (3-5-2): Minelli; Coppolaro, Gastaldello, E. Lancini; Dall’Oglio, Cancellotti, Bisoli, Martinelli, Dall’Oglio (31’st Machin), Furlan; Torregrossa; Caracciolo (41’st Ferrante). A disp.: Andreanacci, Pelagotti, Bagadur, Bandini, N.Lancini, Longhi, Ndoj, Cortesi, Rivas. All.: Marino.

SALERNITANA (3-5-2): Radunovic; Pucino, Mantovani (31’st Sprocati), Schiavi; Gatto, Minala, Signorelli, Rizzo (15’st Ricci), Vitale; Rossi (10’st Rodriguez), Bocalon. A disp.: Adamonis, Asmah, Popescu, Perico, Tuia, Kiyine, Odjer, Cicerelli, Di Roberto. All.: Bollini.

Arbitro: Illuzzi di Molfetta.

Ammoniti: Pucino (S), Machin (B), Torregrossa (B).

Reti: 5’st aut. Vitale (B), 35’st Caracciolo (B).

Reti: 50’ aut. Vitale, 80’ Caracciolo

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. Bene bene bene…avanti cosi pisciaiuoli!!! Un bel bagno di umilta’ vi ci voleva😐👌👍

  2. Ci eravamo illusi. la vittoria ad Avellino e qualche rimonta, piu’ per orgoglio ed anarchia che per meriti tattici ci avevano fatto perdere il comune denominatore anche di quest’anno. Squadra discreta con falle spaventose in porta, centrocampo di mediani ed attacco scarsissimo. A gennaio arriveranno i soliti prestiti dalla primavera della lazio e chiuderemo con un campionato anonimo anche questa stagione.

    Sull’allenatore che dire????? E’ un tesserato lazio e quindi restera’.

  3. Siamo stati capaci di far rinascere una squadra in evidentissima difficoltà, grazie a un allenatore che è in confusione totale sia nel mettere in campo una squadra valida( forse perché ha una rosa troppo ampia e non riesce a gestirla) sia nel fare sostituzioni capaci di rimodellare una formazione che non ingrana.

  4. Sono un povero cavaiuolo, la mia squadra sono anni che viaggia nel anonimato del calcio dilettantistico, ieri sera mi sono intossicato per il gol di Higuain, per fortuna la Salernitana ha perso a Brescia, altrimenti cosa potevo fare?

  5. L’unica soddisfazione di queste due cittadine é gioire sulle sconfitte della Salernitana, inculcare le proprie generazioni ad odiare Salerno e sperare di incontrare la Salernitana 1 VOLA OGNI 10 ANNI.
    MI FANNO PENA, MISERIA SPORTIVA ED UMANA.

  6. Squadra senza gioco e senza anima,rosa discreta ma non da ambizioni,qualche vittoria o rimonta frutto solo di invenzione di singoli calciatori e gia qualkuno si era illuso su play off o campionato da vertice,le cose si programmano e con investimenti mirati (urge cambio tecnico) se si vuole piu gente allo stadio non e certo questo il modo.

  7. Fate ridere andate a vendere il pesce poveri illusi.andate a vedere le luci che è meglio

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.