Prima il mercato in uscita: i calciatori in scadenza aspettano notizie

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Prima le cessioni. E’ questo il diktat imposto da Lotito e Mezzaroma. E questa è la “linea” che il diesse Fabiani dovrà necessariamente seguire per il mercato di gennaio. Allo stesso tempo, però, è chiaro che le necessità di mister Colantuono, che ha chiesto rinforzi, andranno soddisfatte, possibilmente già nel corso del ritiro di Cascia (almeno in parte), per non correre il rischio di rendere poco proficuo il lavoro in terra umbra.

C’è un aspetto di cui non si può non tener conto nel corso del mercato di riparazione ed è quello delle scadenze dei vincoli contrattuali. Ci sono alcuni elementi che sono vincolati al club granata fino a giugno 2018 e che, di conseguenza, già nel prossimo mese potranno firmare per altre squadre. Tenere in rosa (e dunque occupare spazio in lista e gravare sul tetto ingaggi) un giocatore che, però, ha la testa altrove o rischiare di perderlo a giugno a parametro zero invece di patrimonializzare è operazione estremamente rischiosa.

Per questo motivo alcune situazioni andranno risolte. La società si è mossa per tempo rinnovando il contratto (e spalmando l’ingaggio) di Schiavi fino al 2020 e trovando l’accordo (per ora solo verbale) per prolungare il vincolo di Bernardini (sempre fino al 2020, ma il tutto va messo nero su bianco). E’, invece, in attesa di novità Alessandro Tuia, il giocatore che vanta il maggior numero di presenze nell’era Lotito-Mezzaroma. Anche per lui, attualmente infortunato, potrebbe arrivare il sospirato rinnovo.

Più difficile, invece, sia per questioni anagrafiche che per ragioni economiche, sarà trovare un accordo con Perico e Della Rocca. Ed è proprio per questo motivo che i due, i quali nel corso del girone d’andata hanno trascorso più tempo in infermeria che in campo, potrebbero cambiare aria già in queste settimane. Cicerelli, che in estate ha firmato un contratto annuale con opzione in favore del club granata per prolungare il vincolo fino al 2019, potrebbe rinnovare e andare a fare esperienza in prestito, per giocare con continuità nella seconda metà di stagione, dopo un girone d’andata vissuto da comprimario.

Potrebbero essere, dunque, proprio loro (assieme agli oggetti misteriosi Asmah, Kadi e Rizzo) i primi a lasciare la Salernitana nel corso della sessione invernale del mercato. Mentre i primi rinforzi di gennaio potrebbero arrivare, manco a dirlo, dalla Lazio. I capitolini potrebbero girare ai granata Palombi (in grado di disimpegnarsi sia al centro del reparto avanzato che in posizione leggermente più defilata) ma, prima, andrà ceduta una punta: il maggiore indiziato sembra Rodriguez, che potrebbe essere restituito alla società di appartenenza, il Chievo.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.