Rapine con la siringa sporca di sangue, condannata a tre anni

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Due rapine in pochi minuti, una in via Testa nei pressi del sottopasso che congiunge via Torrione con via Settimio Mobilio e l’altra in via Gelsi Rossi, traversa di via Mobilio.

Due rapine compite a settembre scorso utilizzando una siringa sporca di sangue per minacciare le vittime. E’ stata condannata a tre anni e due mesi di carcere Margherita D’Ambrosi 34enne ebolitana già detenuta a Venezia, dove i carabinieri l’hanno rintracciata nei mesi scorsi per eseguire l’ordinanza di custodia cautelare. A disporre il suo arresto il giudice dell’udienza preliminare Ubaldo Perrotta

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.