Salernitana: “tifosi e ricavi da stadio” di Antonio Sanges

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa

I tifosi della Salernitana, nel periodo “agosto  2011-30 giugno 17” (gestione Lotito Mezzaroma) hanno prodotto “ricavi da stadio” pari a  9.258 mln di euro. Tale valore di “ricavi da stadio” per  9.258 mln di euro, risulta essersi determinato  come segue : euro 435 mila (bilancio d’esercizio chiuso alla data del 30 giugno 12), euro 927 mila ( bilancio  chiuso alla data del 30 giugno 13), 1.196 mln euro ( bilancio chiuso alla data del 30 giugno 14), 1.931 mln euro (bilancio chiuso alla data del 30 giugno 15), 2.687 mln euro ( bilancio chiuso alla data del 30 giugno 16); 2.082 mln euro (bilancio chiuso al 30 giugno 17).

Nel corso della stagione 16/17 hanno assistito alle partite casalinghe della Salernitana 228.899 tifosi (con un “decremento” rispetto al campionato precedente di 25.790 unita) i quali hanno quantificato un” incasso medio” per partita pari ad euro 99.000 mila. La presenza dei tifosi della Salernitana allo stadio Arechi, nella stagione 2015/16 (pari a 255.115 unità), ha determinato un incasso medio per partita pari a 128.000 mila euro.

Anche il bilancio societario della Salernitana, chiuso al 30 giugno 2017, vede ancora una volta i tifosi granata protagonisti, gli stessi nel periodo luglio 16- giugno 17 hanno determinato “ricavi da stadio” pari ad 2.082 mln di euro, importo pari al 16,31% del valore totale dei “ricavi aziendali” del club di via Allende. Tale valore di “ricavi da stadio” risulta essere diviso come segue: ricavi da gare interne 1.372 mln euro, abbonamenti  681 mila e incassi  gare squadre ospitanti 28 mila.

Il primo bilancio della nuova gestione societaria di Lotito e Mezzaroma chiuso al 30 giugno 2012 quantificava una perdita di 36.300 euro con ricavi pari a 1.425 mln di euro, costi di euro 1.419 mln euro ed imposte 36.300. Alla data del 30 giugno 2013 il bilancio della societa’ di via Allende determinava una perdita di esercizio pari a 1.532 mln di euro,  con ricavi pari a 3.247 mln di euro e costi pari a 4.612 mln di euro.

Nel bilancio successivo  chiuso alla del 30 giugno 14, i tifosi della Salernitana , grazie al valore dei “ricavi da gare” pari ad  1.196 mln di euro, hanno contribuito a determinare , il 30,5% del valore totale dei ricavi del club granata, con relativa  perdita di esercizio  per un importo pari ad euro 1.119.474. Il bilancio d’esercizio della Salernitana chiuso alla data del  30 giugno 2015,  ha definito una perdita di esercizio pari ad  917 mila euro, con “ricavi da stadio” pari ad 1.931 mln di euro che hanno contribuito a determinare il 37% del valore totale dei ricavi del club granata.

Il bilancio d’esercizio della Salernitana chiuso alla data del  30 giugno 2015,  ha definito una perdita di esercizio pari ad  917 mila euro, con “ricavi da stadio” pari ad 1.931 mln di euro che hanno contribuito a determinare il 37% del valore totale dei ricavi del club granata. Infine alla data del 30 giugno 2016, il bilancio d’esercizio della Salernitana,  ha determinato una perdita d’esercizio pari ad euro 1.346.390.

Il valore più significativo del bilancio in questione risulta essere il valore dei “ricavi da stadio” pari ad euro 2.687mln euro, importo  che rilevava il 25,80% del valore totale dei ricavi, e “ricavi diritti tv” pari ad euro 3.012 mln euro. Tifosi della Salernitana, “asset” di riferimento del club granata!

Antonio Sanges – Dottore commercialista

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. I ricavi da stadio sono superati dai diritti TV. Non si può avere tutto, con le partite in casa e fuori in diretta, trasmesse per molti nelle case o da qualsiasi bar, ristorante, centro scommesse o centro commerciale anche su maxi schermo. Quindi 25-30mila persone per la B degli anni 90 non si avranno più. E’ bene lo si capisca.
    Il Sig. Lotito si lamenta della flessione delle presenze allo stadio del 16-17,
    che ha determinato – dopo anni di perdite tra i 5 e i 6 milioni
    solo un pareggio di bilancio e la spending review
    della scorsa estate.
    Ma va detto che mentre i diritti TV sono concordati collettivamente
    e fissati ad inizio anno le presenze sono molto influenzate dall’entusiasmo
    e da come va la squadra. Se la squadra fosse competitiva le presenze
    aumenterebbero di moltissimo, fino a 20mila anche e oltre nelle partite di cartello.
    Purtroppo Lotito non può chiedere prima i tifosi allo stadio e poi spendere per fare la squadra
    competitiva. Non funziona così. Bisogna prima fare la squadra
    e poi aspettare le presenze e gli incassi. Si chiamano investimenti.
    Un imprenditore queste cose le sa , perché per Salerno le cose dovrebbero essere diverse?
    Speriamo lo capisca: Sig. Sanges, sig. Mezzaroma pensateci Voi !!

  2. a mio modesto parere qui si continua a equivocare sul concetto di tifoso e quello di cliente – spettatore. Il cliente – spettatore esercita legittimamente il proprio diritto di non andare allo stadio se non gradisce lo spettacolo offerto, come qualsiasi fruitore di un qualunque intrattenimento. Ma poi non può contestate presidenti, dirigenti e calciatori, invocare cessioni di società ecc. Il tifoso è qualcosa di più e di diverso dal semplice fruitore di uno spettacolo e fornisce un apporto che va oltre in termini passionali ed emotivi riuscendo, a volte, persino ad influire sul risultato. Il tifoso ha tutti i diritti di contestare me dopo aver dato il proprio apporto – grande o piccolo che sia – andando allo stadio. A Salerno (ma in generale in quasi tutta l’Italia) la schiera dei tifosi si assottiglia mentre quei clienti aumenta sempre di più e c’è sempre una scusa per non andare allo stadio. Per la mia generazione tifare per i granata era un segno di distinzione e un orgoglio: il Vestuti era sempre pieno si giocasse per la promozione, la retrocessione o la metà classifica perché si sosteneva la maglia e la città, a prescindere da chi fosse il presidente. Ecco, mi sembra che alla base di tutto ci sia un problema di identità e di passione per quella maglia; in troppi preferiscono il divano, la pay tv o le sale scommesse o, peggio esercitano, il doppiofedismo (strisciato o azzurro cambia poco) prendendo a pretesto Lotito. Ma questa è solo la mia opinione.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.