Rifiuti Campania: procuratore antimafia De Raho critica Fanpage

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
“Inchieste giornalistiche di questo tipo finiscono per avere ricadute negative sulle acquisizioni delle indagini.

L’inchiesta di Fanpage probabilmente tra due, tre anni nessuno più la ricorderà, mentre l’intervento giudiziario con una condanna a 10-15 anni di reclusione sarà ricordata da tutti e tutti capiranno che non bisogna percorrere quella strada”.

Lo ha detto il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho rispondendo ai cronisti che gli chiedevano delle parole del candidato premier Luigi Di Maio, sul fatto che l’inchiesta di Fanpage su rifiuti e politica avrebbe dovuto farla lo Stato.

‘Creare situazione illegalità determina concorso nel reato’

“Sul merito dell’inchiesta di Fanpage sono felice che si siano smascherati contesti di illegalità, ma sull’aspetto della correttezza della legge, l’agente provocatore non corrisponde alle nostre regole processuali e legali”. Lo ha detto il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho commentando l’inchiesta giornalistica di Fanpage sui rifiuti in Campania.

“L’agente provocatore è colui che interviene creando una situazione di illegalità e questo non è consentito dal nostro ordinamento – ha proseguito -. Anche dove la legislazione prevede per le indagini un infiltrato o un agente sotto copertura, si prevede che l’agente interviene per acquisire elementi di prova in relazione a traffici illeciti, che sono già in corso. Creare la situazione di illegalità non è consentito perché determina un concorso nel reato – ancora De Raho -.

E’ una sottile distinzione, qualcuno può ritenere che dal punto di vista del risultato sia meglio capire chi sia più propenso a condividere condotte di illegalità più che osservare la legge, ma poiché sono un magistrato direi che osservare le regole è la strada maestra che dobbiamo seguire”.

Ansa

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. L’agente provocatore é utilizzato nella più vecchia democrazie del mondo ed ha smascherato scandali difficile da stanare diversamente… non critichiamo le inchieste giornalistiche tout court …

  2. Fake news già smentita dall’interessato…ahi ahi ahi…dovreste pubblicare anche la smentita adesso…così per correttezza

  3. Quoto il procuratore…
    È giusto che certe operazioni di corruzione/mazzette non “venghino” mai a galla…il politico corrotto affiliato ai clan, dedito al ladrocinio, è giusto che possa rubare in silenzio senza essere disturbato…
    #siamotuttifanpage

  4. Certo che non date la notizia che se fosse stato vero l’agente, i politici ci avrebbero fatto pagare lo smaltimento non 95 euro a tonnellata ma 230, con relativa cresta e mazzette ai danno nostri… e date la massima importanza invece a sta notizia marginale ??? Ma le pagate le tasse voi? Vi fa piacere pagarle il doppio?

  5. I reati li stabilisce anche il popolo libero e civile, Fannpage è una componente positiva del popolo e contribuisce all’informazione libera.

  6. Io sono una componente di quel popolo non ingnorante e laureato che vota Movimento 5 Stelle.Lei Andrea Alfieri,non mi sembra un diplomato alle scuole superiori,il suo cognome si scrive in maiuscolo, a meno che lei non si sente un minus-minuscolo.Mi permetto di darle un consiglio,Vota Movimento 5 Stelle e lei sara’ uno dei migliaia di cittadini che da minuscoli diventeranno Maiuscoli contribuendo a una Rivoluzione a 5 Stelle

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.