Addio al cancro al collo dell’utero: dall’Australia arriva un vaccino

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
L’Australia potrebbe essere la prima nazione al mondo a debellare una specifica tipologia di cancro, quella al collo dell’utero (cervice) provocato dal papilloma virus o HPV. Lo ha annunciato l’organizzazione ‘International Papillomavirus Society’ dopo aver analizzato i dati sull’efficacia delle vaccinazioni contro questo virus, responsabile del 99,9 percento dei casi di cancro alla cervice uterina. Lo scrive scienze.fanpage.it

Dal 2007, infatti, il governo federale australiano ha avviato nelle scuole la vaccinazione gratuita per le ragazze tra i 12 e i 13 anni, e dal 2013 la stessa procedura è stata applicata ai ragazzi. Per tutti i minori di 19 anni, inoltre, è prevista una doppia dose gratuita del vaccino contro l’HPV.

Grazie all’enorme successo del programma di vaccinazione, tra il 2005 e il 2015 la percentuale delle donne australiane con un’età compresa tra i 18 e i 24 anni colpite dal virus ha subito un drastico calo, dal 24 percento all’1 percento. Un ulteriore calo si è registrato dal 2015 a oggi, anche grazie alla cosiddetta immunità di gregge.

Il vaccino, inoltre, protegge anche dalle verruche genitali, e in questi anni sono letteralmente crollate del 90 percento, come sottolineato dalla professoressa Suzanne Garland, direttrice del Centro per le malattie infettive delle donne presso il Royal Women’s Hospital e docente all’Università di Melbourne.

In base alle stime quest’anno in Australia dovrebbero verificarsi ‘soltanto’ un migliaio di casi di cancro al collo dell’utero, dei quali circa un quarto mortali. Entro 30-40 anni, proprio grazie all’efficacia del vaccino Gardasil, che da quest’anno verrà distribuito in una formula potenziata, diventeranno pochissimi. In pratica, verrà praticamente debellata questa forma di cancro, che nel mondo uccide una donna ogni due minuti, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo, dove l’accesso ai vaccini non è semplice.

“Due terzi della popolazione mondiale delle donne non ha accesso a ciò che sta salvando le donne australiane”, ha dichiarato Joe Tooma, amministratore delegato della Australian Cervical Cancer Foundation. “Se non interveniamo, resterà comunque una delle principali forme di cancro assassine nei Paesi in via di sviluppo”. Il documento della International Papillomavirus Society che sottolinea l’importanza della vaccinazione è stato pubblicato sulla rivista scientifica specializzata Papillomavirus Research.

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.