Salerno: cercano il B&B prenotato trovano uno studio legale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Allarme B&B fantasmi a Salerno, dopo quanto accaduto alcuni giorni fa ad una coppia di turisti americani, sbarcati in città per una breve vacanza.

La coppia, infatti, aveva prenotato presso un noto Bed & Breakfast della città di Salerno ma giunti sul posto l’amara sorpresa: nessun B&B bensì uno studio legale. Lo scrive il quotidiano Le Cronache oggi in edicola.

Da lì, la ricerca di un altro B&B di fortuna e la prassi per la restituzione dei soldi, dopo la prenotazione effettuata tramite un sito online americano. Con il ritorno della bella stagione, cresce l’allarme truffe per i turisti che decidono di affittare una stanza per qualche giorno, magari per una vacanza lampo, non solo per il rischio di non trovare effettivamente la struttura ma anche per i prezzi che spesso aumentano in maniera inverosimile proprio perchè si tratta di turisti.

Dall’altro canto ci sono poi i titolari delle strutture che offrono pernotta mento e prima colazione preoccupati perchè il dilagante fenomeno che si sta espandendo ormai a macchia d’olio senza una adeguata e innovativa regolamentazione che ne possa permettere la crescita nella trasparenza, con qualità e professionalità.

Gli abusi, soprattutto quando si tratta di Bed & breakfast, sembrano essere all’ordine del giorno ma nessuno sembra volerci fare particolarmente caso. Troppo pochi, infatti, sono i controlli che vengono effettuati da chi di competenza nonostante le numerose sollecitazioni e ciò può solo andare a discapito di chi tenta di svolgere il proprio lavoro con correttezza, trasparenza e professionalità.

Solo recentemente, il presidente del gruppo Alberghi, Turismo e tempo libero di Confindustria Salerno, Luigi Schiavo, ha spiegato che “sempre più spesso i Comuni rispondono ai bisogni di bilancio istituendo o inasprendo la Tassa di soggiorno, aumentando la Tari e le imposte locali che colpiscono sempre e solo le aziende regolari, anziché cercare e censire le attività in nero.

Ne deriva che gli alberghi, gli affittacamere, e i B& b con regolare licenza non solo sono oberati di tanti gravosi adempimenti e tributi, ma pagano le tasse e i servizi anche per i colleghi abusivi”.

“Non sarebbe difficile aggiornare una normativa regionale che tenga conto delle nuove forme di ospitalità nel rispetto della legalità e dei bisogni so ciali ed economici dei territori e incentivare le Amministrazioni Comunali a governare e non a subire il turismo, assecondando le vocazioni e le culture locali con lo sguardo teso alla programmazione di lungo periodo e non al profitto effimero e contingente”, ha poi spiegato Schiavo.

Fonte Le Cronache oggi in edicola

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.