Il parroco chiede alla disabile di uscire dalla chiesa: è polemica

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
«Sì è vero. Ho chiesto che si allontanassero. Le urla e le trivialità della ragazza non erano ammissibili durante la celebrazione della santa messa. Solo nel pomeriggio della stessa domenica ho saputo che la ragazza è stata portata a messa dai genitori contro la sua volontà.

Il suo sentirsi a disagio lo esprimeva urlando e infastidendo la celebrazione. La Chiesa è aperta a tutti. A chiunque voglia entrarvi. Accogliere non è forzare. Io non ce l’ho con lei, ma con chi l’ha condotta contro la propria volontà. Il disagio della giovane si è trasformato in fastidio contro chi voleva partecipare alla Parola del Signore. Forse ho avuto modi bruschi. Ma non ho cacciato via nessuno. Ho solo chiesto che si ristabilisse il silenzio»

A dirlo don Aniello Palumbo, sacerdote 85enne, chiesa San Nicola di Bari a Piaggine nel salernitano. La replica di don Aniello a Il Mattino oggi in edicola per smorzare le polemiche relative a quanto accaduto il 26 agosto scorso.

A sollevare il caso alcuni fedeli che hanno scritto al vescovo di Vallo per rappresentare quanto accaduto durante la santa messa. I fatti: durante la funzione religiosa una ragazza, a causa della propria disabilità, parlava a voce alta e ininterrottamente, la madre, provando a zittirla, non faceva altro che fomentare il suo comportamento.

A quel punto il parroco ha chiesto di ristabilire il silenzio, non ottenendo risultati. Dopo aver appreso che si trattava di una persona disabile incapace di trattenere il proprio comportamento don Aniello, secondo i firmatari della lettera, si sarebbe reso protagonista del gesto che ha scatenato le polemiche.

Il sacerdote avrebbe invitato i familiari della giovane a condurla via minacciando di chiamare le forze dell’ordine

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. allora cambiate il titolo, ha allontanato una persona portata a forza in quel luogo, che in quel luogo non ci voleva stare e che stava disturbando gli altri; il fatto che fosse disabile non c’entra nulla, se non per fare notizia

  2. La ragazza probabilmente era autistica. Il parroco non è nuovo a queste polemiche. Per i presenti è stato veramente spiacevole. La madre mortificata chiedeva scusa e lui freddamente rispondeva: “ma che scusa, dovete uscire”. Faceva lo stesso quando un bambino piangeva durante la messa di Natale e in tante altre occasioni. Mi dispiace che si lamentano solo adesso che è anziano.

  3. Anche a Salerno….e’capitato di assistere a insofferenza di Parroci durante l’omelia…verso bimbi piccoli…..
    Ma una famiglia dove dovrebbe lasciarli?

  4. Il guaio, dai commenti che s’ascoltano a volte, è che le persone stanno in chiesa come se stessero al ristorante o ad un centro commerciale. Non c’entra la ragazza in questione; al di là dei modi bruschi del sacerdote, i genitori avrebbero dovuto avere la sensibilità di non portarla (visto che era contraria) e l’accortezza di allontanarsi senza forzare la situazione, una volta resisi conto di ciò che stava accadendo

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.