IRAQ: scoperte 200 fosse comuni dell’ISIS, forse 12mila cadaveri

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

Nella regione irachena controllata dall’ISIS hanno trovato oltre duecento fosse comuni, si legge nel rapporto presentato dall’ufficio dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani. Si osserva che gli esperti delle Nazioni Unite, sulla base di informazioni delle autorità irachene, hanno documentato 202 masse comuni.

“La maggior parte si trova nelle province di Ninive (95), Kirkuk (37), Salah-ad-Din (36) e Anbar (24). Secondo le stime dell’UHCHR in questi luoghi possono essere sepolti da 6000 a più di 12.000 vittime”, si legge nel rapporto. Gli esperti suggeriscono che in queste regioni possono essercene ancora.

Tra i sepolti donne, bambini, anziani, persone con disabilità, l’esercito iracheno e membri della polizia, alcuni dipendenti stranieri. Al momento della pubblicazione del rapporto, gli esperti avevano scoperto 23 fosse con 1258 cadaveri. Si sottolinea che tutti i resti sono estremamente importanti per determinare la natura dei reati, compresi quelli che possono essere considerati come crimini contro l’umanità e genocidio.

“Queste tombe contengono i resti di chi è stato ucciso a sangue freddo perché non ha seguito l’ideologia dell’ISIS, ma anche rappresentanti di minoranze etniche e religiose. Le loro famiglie hanno il diritto di sapere cosa è successo ai loro cari. Verità, giustizia e riparazione sono estremamente importanti al fine di pagare i crimini commessi” ha detto l’alto commissario ONU per i diritti umani, Michelle Bachelet.

Il rapporto fornisce raccomandazioni su come estrarre i resti dalle tombe in modo più efficace, anche con la partecipazione di investigatori e specialisti di sminamento. Gli esperti hanno invitato la comunità internazionale a fornire le risorse necessarie e assistenza tecnica per esumazione, trasporto, stoccaggio, identificazione e restituzione dei resti alle famiglie delle vittime.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.