A Salerno “Suono Muto”, rassegna di cinema muto sonorizzato dal vivo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
SuonoMuto” è un’idea di Cactus filmproduzioni in collaborazione con la Fondazione Filiberto e Bianca Menna, il Festival Laceno d’Oro e la Cineteca Nazionale. Il progetto intende proseguire il percorso sul cinema muto sonorizzato iniziato nell’agosto 2014, con l’evento/mostra “La film di Elvira” dedicato alla salernitana Elvira Coda Notari, prima regista del cinema italiano, ospitato al Festival Laceno D’Oro di Avellino, poi nel 2016 ad aprile al Pan a Napoli, a luglio a Salerno, al Marte a Cava de’ Tirreni, riscontrando in tutte le edizioni grande successo e interesse di pubblico.

L’obiettivo della rassegna “Suono Muto” è quello di recuperare, valorizzare e dialogare sul rapporto tra il cinema muto e il suono dal vivo per riscoprire il cinema degli albori, fatto di un linguaggio universale che ha sempre sentito la necessità di accompagnarsi a una musica, una voce dal vivo, fin dagli inizi degli anni Trenta.

Cinque appuntamenti. Si parte venerdì 8 Marzo (ore 20.00) alla Sala Pasolini. Nel giorno della Festa della Donna sarà proprio una pellicola della regista Elvira Notari, “A Santanotte” ad aprire la rassegna. La sonorizzazione sarà affidata a Giosi Cincotti e Arcangelo Michele Caso. Domenica 10 Marzo (ore 20.00 – Sala Pasolini) ancora protagonista il cinema della Notari, con la pellicola “E’ Piccerella” sonorizzata da Raffaello Galibardi e Roberto Marino.

Il giorno successivo, Lunedì 11 Marzo (ore 20.00 – Sala Pasolini) la pellicola “Lucia Lucì” del regista Ubaldo Maria Del Colle, sonorizzata da Anacleto Vitolo. Martedì 12 Marzo (ore 20.00 – Sala Pasolini) ancora una pellicola di Del Colle, “Napule ca se ne va” sonorizzata da Maria Anna Siani e Alessandro Ferrentino.

Si chiude Mercoledì 13 Marzo (ore 20.00 – Sala Pasolini) con un classico della drammaturgia napoletana, “Assunta Spina” dei registi la diva Francesca Bertini e Gustavo Serena. La sonorizzazione sarà affidata alle percussioni riciclate di Maurizio Capone.

Durante i 5 giorni, presso la Fondazione Menna sarà possibile visitare (dalle 18 alle 20) la mostra “La film di Elvira” dedicato alla prima regista del cinema italiano, la salernitana Elvira Coda Notari.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.