Fermati tre giovani per lo stupro della ragazza nella Circumvesuviana di Napoli

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Sono di età compresa tra i 18 e i 20 anni i tre giovani fermati nell’ambito delle indagini sugli abusi subiti da una 24enne nella stazione della Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli. I tre sono stati sottoposti a fermo di polizia per violenza sessuale di gruppo e portati in carcere. La vicenda è avvenuta martedì pomeriggio in un ascensore della stazione della Circumvesuviana di Napoli.

La vittima era stata circondata nell’ascensore e violentata. In lacrime e con i vestiti strappati, la giovane di 24 anni è stata soccorsa dai passanti poco nella stazione della Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano. E’ intervenuta la Polizia, che visionando le immagini della telecamere di sorveglianza, ha individuato i possibili aggressori, probabilmente tre. La giovane era stata notata intorno alle 18 mentre piangeva al cellulare raccontando alla madre l’accaduto. E’ stata ricoverata nell’ospedale Villa Betania, per essere visitata e medicata.

A bordo dell’ascensore – che conduce al binario 3 della stazione di San Giorgio – la polizia scientifica ha fatti i rilievi. Una linea difficile La stazione di San Giorgio a Cremano è già finita più volte sotto i riflettori della cronaca: appena un mese fa sono stati ripristinati i murales di Massimo Troisi e Alighiero Noschese, entrambi nati qui, vandalizzati con vernice spray nell’ottobre scorso.

E nel marzo scorso a San Giorgio fu bloccata una baby gang di 19 ragazzi, tra i 14 e i 16 anni, che si preparava a salire su un treno armata di coltelli, mazze e tirapugni. Tre anni fa un gruppo di vandali costrinse un capotreno a fermare un convoglio, per poi scendere e bersagliarlo di pietre e pochi giorni prima una passeggera era stata ferita da un lancio di sassi.

Il primo maggio 2013 il treno su cui viaggiava l’allora ministro per i beni culturali, Massimo Bray, diretto a Pompei, fu costretto a fermarsi per atti vandalici: episodi che si susseguirono anche nei giorni successivi, tanto da spingere l’Eav a far viaggiare sui treni, per qualche tempo, guardie giurate armate.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.