Reddito di Cittadinanza: la Finanza scopre a Maratea due “furbetti”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Lavorava in nero mentre percepiva il reddito di cittadinanza. Per questo motivo a un sessantenne di Maratea (Potenza), è stata revocata la misura di contrasto alla povertà prevista per chi ha introiti inferiori agli 8.000 euro annui. A scoprirlo, la guardia di finanza mentre effettuava dei controlli a una multiproprietà condominiale amministrata da professionisti incaricati. Ufficialmente il sessantenne di Maratea aveva tutti i requisiti per ottenere il beneficio economico: cittadinanza italiana, piena età lavorativa, nessun reddito. Così ha regolarmente presentato la richiesta per il reddito di cittadinanza.

Tuttavia dal mese di maggio ha cominciato a lavorare come operaio presso il condominio, per di più senza un regolare contratto, e percependo sia le due mensilità del reddito di cittadinanza per un importo pari a 614,52 euro sia lo stipendio per lavoro dipendente e pari a 1.220 euro. Il tutto  senza far pervenire alcuna comunicazione agli organi competenti e pertanto oggetto di denuncia all’autorità giudiziaria.

L’amministratore del condominio è andato incontro alla cosiddetta maxi sanzione prevista per il lavoro sommerso. Un altro caso, invece, ha riguardato un altro beneficiario del reddito di cittadinanza di Maratea che, in violazione alle norme che disciplinano lo specifico aiuto, non ha segnalato l’avvio all’attività lavorativa di un componente del proprio nucleo familiare.

In entrambi i casi i responsabili sono stati segnalati alla competente autorità giudiziaria e agli uffici Inps per la revoca immediata del beneficio e il recupero delle somme indebitamente percepite. Inoltre, a seguito di condanna, per i due soggetti non sarà possibile ripresentare la domanda per i prossimi dieci anni.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.