Salernitana sconfitta: a La Spezia finisce il 2019 horribilis granata

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
55
Stampa
Si interrompe al Picco di La Spezia la mini striscia positiva della Salernitana che dopo due vittorie e un pari torna a perdere in trasferta. Inizio veemente dei liguri che la mettono in discesa subito con l’ex Ragusa. I granata sbandano e rischiano di subire il raddoppio nel primo quarto d’ora. Poi Gondo e Cicerelli sfiorano il pari ma con iniziative personali. Nella ripresa la girandola di cambi non muta l’inerzia della gara, Kiyine cerca la giocata che non gli riesce e negli ultimi dieci minuti si infiamma la gara. Prima lo Spezia trova il raddoppio con Gyasi e poi un minuto dopo Djuric e Jallow accorciano con una bella azione le distanze.  Si pensa alla rimonta ma i granata non ne hanno più e solo al 95′ Maistro ha la palla buona che spreca.  Finisce cosi, con l’ennesima sconfitta del 2019, l’ultima finalmente di un anno da dimenticare che è giunto al capolinea.

La stessa Salernitana dunque che ha schiantato il Pordenone scende in campo quest’oggi al Picco di La Spezia contro la formazione allenata da Italiano. Nessun turn over per i granata di Gian Piero Ventura nonostante l’impegno di giovedì. Nessun turn over per scelta ma anche per necessità. I granata in avanti hanno gli uomini contati. In panchina Jallow (recuperato ma non al meglio) senza Giannetti e Cerci verso l’addio a gennaio. Scortata da 200 tifosi la Salernitana scenderà in campo con il solito 3-5-2 puntando sulla verve di Lombardi, la qualità di Dziczek e Akpa Akpro in mezzo al campo, sulla verve di Cicerelli e sull’estro di Kiyine.

In avanti c’è poi Djuric rigenerato dalla doppietta col Pordenone ed un Gondo ispiratissimo. In difesa non si cambia (Migliorini e Pinto out). Billong, Karo e Jaroszyinsky proveranno a tenere blindata la porta di Micai anche al Picco

Lo Spezia di Italiano gioca con il 4-3-3. Tra gli elementi di spicco il portiere Scuffet, capitan Terzi e il 21enne attaccante Gyasi. Occhio a Ragusa altro ex in campo insieme a Matteo Ricci (ma quest’ultimo partirà dalla panchina). In cabina di regia l’esperto Bartolomei Arbitra Massimi di Termoli.

LA PARTITA

Pomeriggio con poco sole a La Spezia ma temperature non certo proibitive. Spezia determinato e in gol già al 5’, Gyasi e Ricci lavorano un buon pallone e servono in area piccola Ragusa che deposita in rete. L’ex granata non esulta per rispetto dei suoi vecchi supporters. I campani sbandano e prima Gyasi viene fermato miracolosamente da Micai poi Maggiore sfiora il sette dalla distanza. Al 18’ punizione ligure con Federico Ricci che si fa murare conclusione.

Kiyine viene ammonito, diffidato salterà la ripresa del torneo a Pescara. Gondo alla mezz’ora sciupa una buona occasione sparando su Scuffet. Ammonito per proteste l’accompagnatore del mister spezzino Italiano. La partita si innervosisce, anche Billong sul taccuino di Massimi. Cicerelli in coordinazione sfiora il pari, palla fuori. Ammonito Terzi per fallo su Kiyine, batte Cicerelli, sfera di poco fuori. Finisce un intenso primo tempo.

SECONDO TEMPO

Parte bene lo Spezia e sempre con Ragusa sfiora il raddoppio. La Salernitana giochicchia, in contropiede i liguri ancora pericolosi con Mastinu che spara out. Ventura inserisce Di Tacchio per Akpa Akpro. Kiyine ha una buona palla sul sinistro non inquadra lo specchio. Anche Gyasi spreca una comoda palla. Entra Jallow in luogo di Cicerelli. Giallo anche per Mastinu. Entra intanto anche Matteo Ricci ex granata che rileva proprio Mastinu mentre nei campani esce Gondo ed entra Maistro.

Gudjohnsen rileva Ragusa che esce sfinito tra gli applausi. Maggiore è ammonito per fallo su Jallow. Kiyine cerca la giocata che non gli riesce e negli ultimi dieci minuti si infiamma la gara. Prima lo Spezia trova il raddoppio con Gyasi e poi un minuto dopo Djuric e Jallow accorciano con una bella azione le distanze. Si pensa alla rimonta ma i granata non ne hanno più e solo al 95′ Maistro ha la palla buona che spreca. Anche Di Tacchio diffidato viene ammonito. Finisce cosi dopo cinque minuti di recupero, con l’ennesima sconfitta del 2019 per la Salernitana, l’ultima finalmente di un anno da dimenticare che è giunto al capolinea.

TABELLINO

SPEZIA (4-3-3): Scuffet; Ferrer, Terzi, Capradossi, Marchizza; Maggiore, Bartolomei, Mastinu (26′ st M. Ricci) ; F.Ricci (42′ st Vignali), Ragusa (30′ st Gudjohnsen), Gyasi. A disposizione: Kaprikas, Barone, Acampora, Ramos, Mora, Delano, Reinhart, Benedetti, Buffonge. Allenatore: Italiano

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Karo, Billong, Jaroszynski; Lombardi, Akpa Akpro (13′ st Di Tacchio), Dziczek, Kiyine, Cicerelli (21′ st Jallow); Djuric, Gondo (27′ st Maistro). A disposizione: Vannucchi, Lopez, Novella, Odjer, Firenze, Kalombo, Heurtaux. Allenatore: Ventura

ARBITRO: Massimi di Termoli (assistenti: Schirru e Annaloro – IV uomo: Marini)

RETI: 5′ Ragusa (Sp), 38′ st Giasy (Sp), 39′ st Jallow (Sa)

NOTE. Ammonito il tecnico dello Spezia, Italiano. Ammoniti: Kiyine (Sa), Billong (Sa), Terzi (Sp), Mastinu (Sp), Di Tacchio (Sa). Angoli: 4-1. Recupero: 0′ pt – 5′ st

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

55 COMMENTI

  1. Facci capire come dovrebbe intervenire De Luca? poi se ho capito bene il voto è in funzione del pallone,lavoro sanità strade trasporti istruzione chi se ne fotte,basta che vince la Salernitana?

  2. Per il signor Formisano quindi siccome la pensi tu così e come dici il 90 per cento a Salerno la devo pensare anch io così…io il biglietto lo pago come gli altri 7000 che domenica erano allo stadio…se tu hai la certezza che ventura venda le partite( reato)perché non lo denunci agli organi competenti?? purtroppo a Salerno si fanno troppe chiacchiere questa è la verità….

  3. Si vince e siamo tutti ottimisti si perde ed è tutto negativo,omettendo un solo fatto questa società non ha nessuna intenzione di fare campionati oltre il galleggiamento in serie b.Sette su undici prestiti dalla SUA lazio,ogni anno ingaggio di giocatore di nome puntualmente fallimentare,settore giovanile inesistente,programmazione nulla,a suo dire tifoseria pressante ma che si sta disamorando progressivamente,critiche continue e stucchevoli alla tifoseria,strafottenza per la NOSTRA città, e c’è chi ancora gli da credito,BASTA,LIBERATE LA NOSTRA SALERNITANA

  4. La Salernitana raggiungerà i playoff alla fine e i sapientoni diranno che ventura in accordo con Lotito si venderanno le partite…..

  5. Il disamore verso la Salernitana è il principale obiettivo di Lotito.Avrà la strada spianata per la creazione ufficiale della LazioSalerno B.Svegliatevi e reagire prima che sia troppo tardi.

  6. andremo in serie A, sono d’accordo con dario, supereremo il benevento nell’ultima gara di campionato andando direttamente in massima serie

  7. Poiché la sanità è carente il lavoro non c’è almeno la Salernitana ci rimane. De Luca deve intervenire. Altro che luci d’artista.

  8. È divertente vedere come dite tutto e il contrario di tutto,gufando contro Lotito,sicuramente ci vedremo in serie c tra qualche mese….faccio il tifo per voi,byebye..

  9. Adesso come ogni anno aspettiamo il 31 gennaio 2020 per conoscere chi verrà in prestito e quale attaccante (pronto al uso) verrà rispolverato dallo spizio……

  10. Ma ke tifo da provincialotti ma che vi pensate ke i risultati arrivano così dal nulla? Il Benevento sono anni ke investe senza vincere nulla nel calcio ci vogliono tempo e soldi. a Salerno già dal primo giorno abbiamo messo ventura sulla graticola e basta. Le sconfitte ci stanno e fanno parte del percorso di crescita di un gruppo.

  11. Avellino si hai ragione hai visto che razza di tifosi ha la Salernitana?gufano contro la propria squadra e si atteggiano a grande tifoseria…semplicemente ridicoli!!Auguri 100 l anno nuovo ti porterà una nuova società con il presidente Lo monaco del Catania appena fallito!

  12. EVVIVAAAAAAAA….. VIVA…. VIVA….. !!!! HIP HIP HURRAAAAAA…. !!! SENTO PROFUMO DI RETROCESSIONE

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.