Bonus sociale, le novità per ottenere lo sconto sulle bollette

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Scatta a partire da oggi, primo gennaio 2020, il nuovo tetto Isee da considerare per poter ottenere il cosiddetto “bonus sociale”.

Cosa cambia

Come sottolinea Il Sole 24 Ore, con lo scoccare del nuovo anno le famiglie in condizioni di disagio economico e fisico che hanno diritto allo sconto sulle bollette di luce, gas e acqua dovranno fare i conti con una nuova soglia Isee, ovvero dell’indicatore che serve a valutare la situazione economica. L’Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente ha infatti alzato il tetto da 8.107,5 euro a 8.265 euro. In questo modo, grazie alla modifica, il bonus potrà essere esteso a 200mila nuclei familiari in più.

Le condizioni di accesso

Se sono cambiate le soglie Isee, tutto è rimasto invariato per quanto riguarda le condizioni per avere accesso al citato bonus. I presupposti, dunque, sono sempre gli stessi e riguardano: le famiglie con almeno quattro figli a carico e un Isee non superiore ai 20mila euro, i nuclei familiari titolari del Reddito o della Pensione di cittadinanza e i casi in cui una grave malattia costringe all’utilizzo di “apparecchiature mediche alimentate con l’energia elettrica” che risultano indispensabili per il mantenimento in vita delle persone.

Lo sconto

Il “bonus sociale” viene riconosciuto per un periodo di dodici mesi. Al termine di questo percorso il cittadino deve rinnovare la richiesta per poter usufruire di un nuovo bonus. Lo sconto della bolletta elettrica dipende dal numero delle persone che compongono la famiglia ed è aggiornato di anno in anno dall’Autorità. Nel 2019 era previsto uno sconto di 132 euro per i nuclei formati da 1-2 componenti; 161 per 3-4, 194 oltre i 4 membri. Il bonus viene scontato direttamente sulla bolletta.

A chi è rivolto il bonus

Come detto solo alcune categorie possono accedere al bonus. In particolare quei nuclei familiari in possesso di un Isee non superiore agli 8.265 euro o con almeno quattro figli a carico e un Isee che non sfori i 20mila euro annui. Oppure le famiglie titolari di un Reddito o Pensione di cittadinanza, oltre ai citati casi di grave malattia e necessità di utilizzo di apposite apparecchiature mediche.

Da sottolineare che i titolari di Reddito di cittadinanza hanno diritto al bonus luce gas anche nel caso in cui l’Isee è superiore agli 8.265 euro. Possono però chiedere lo sconto nella bolletta per l’acqua solo se il suddetto indicatore Isee non superi la soglia degli 8.265 euro.

Fonte: IlGiornale.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.