Salerno: Potere al Popolo e Cobas chiedono liberazione di Nicoletta Dosio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
Questa mattina alle 11 nell’area antistante la Prefettura di Salerno, Potere al Popolo ha tenuto un presidio di solidarietà e protesta per Nicoletta Dosio, esponente del movimento Not Tav, che da due anni è anche una delle Coordinatrici Nazionali di Potere al Popolo, arrestata a Torino lo scorso 30 dicembre per aver partecipato a una protesta contro la Torino-Lione nel 2012, fermando per mezz’ora un casello autostradale. Da quel momento in tutta Italia è scoppiata un’importante mobilitazione che ha coinvolto numerosissime città e migliaia di persone, una mobilitazione che continuerà anche nei prossimi giorni e non si fermerà finché Nicoletta non sarà di nuovo libera.

Non accettiamo la risposta di questo Stato che alle domande di giustizia ambientale e sociale della popolazione reagisce sbattendo in galera le donne e gli uomini che se ne fanno portatori. Non resteremo a guardare in silenzio. Ovunque possibile ci mobiliteremo per chiedere l’amnistia sociale per tutti gli attivisti che in Italia vengono processati e condannati per azioni di dissenso. Come avvenuto anche a Salerno lo scorso 11 settembre sul lungomare, quando sono scattate 12 denunce ai danni degli antirazzisti in occasione della Passeggiata per la Legalità della Lega.

Nicoletta ha scelto di non chiedere le misure alternative alla detenzione, anche per denunciare la repressione che da sempre subisce l’intero movimento No Tav. Si tratta semmai di rilanciare la lotta per liberare tutte e tutti e non di chiedere un atto di clemenza per un singolo da parte dello Stato. Amnistia sociale che riguardi tutti i reati connessi ai comportamenti (come le occupazioni abusive di alloggi) dettati dall’aggravamento della povertà prodotto dalla crisi economica negli ultimi anni.

Non si è mai risparmiata, insieme alla gente della Valsusa quando c’era da mobilitarsi per l’ambiente, la democrazia, il diritto di non vedere il proprio territorio, le montagne, la bellezza, scippata da mostruosità inutili, buone solo a far mangiare i grandi appaltatori, l’economia criminale.

Libertà per Nicoletta!

Libertà per la Val di Susa!

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. posso essere d’accordo con la protesta, ma questa gente di sinistra, se la stessa protesta l’avesse fatta uno di FN o casapound o pure uno della Lega, avrebbero gridato immediatamente al fascista e al pericolo imminente di un ritorno di hitler!… gente senza nessuna coerenza né onestà intellettuale, per cui può rimanere in carcere, se un GIUDICE ce l’ha messa..
    poi sulla contrarietà al tav posso pure essere d’accordo, ma i modi non possono essere quelli, non portano da nessuna parte

  2. parli di te? non sembra che tu stia facendo grandi proteste fisiche in prima serata mettendoci la faccia. Qui si commenta. TU piuttosto, se hai qualche idea esponila e ne potremmo giovare tutti, altrimenti sei una talpa paralitica da tastiera

  3. 4 sfasulati che non sanno cosa significa lavorare…..la vecchia zecca puo’ rimanere tranquillamente in carcere

  4. uno, non esiste solo l’estrema sinistra, come non esiste solo la destra estrema, non generalizzare, sii obbiettivo. è normale che una terrorista venga condannata, poteva patteggiare come fecero i suoi amici, ha voluto fare l’eroina a 70 anni, ora paghi le conseguenze, chi protesta fa solo spettacolo.
    ancora esistono i no tav, credevo che la democrazia si manifestasse anche fra gli estremisti, ma non è così, a loro qualche capo politico, passato all’opposizione, ha insegnato che la protesta di piazza e le tarantelle di piazza possono scuotere l’opinione pubblica, cazzate.

  5. cittadino italiano, evidentemente non hai capito: è proprio un tipo di generalizzazione che criticavo. Io devo essere obbiettivo?!? ma è esattamente quello che dicevo io, chiedendo di applicare lo STESSO metodo a entrambi gli “opposti”, obbiettivamente appunto! Ho anche chiaramente scritto che non condivido i modi e i tempi di quella protesta, di cosa mi “accusi” davvero non si capisce.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.