In chiesa per la messa di Pasqua: fedeli denunciati nel salernitano

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
16
Stampa
E’ finita con denunce e quarantena obbligata la scelta di alcuni fedeli di prendere parte, nella tarda serata di sabato, ad un momento di preghiera dinanzi alla chiesa “Santa Maria delle Vergini” a Scafati. Lo scrive SalernoToday.it. Numerose le polemiche per l’assembramento religioso non autorizzato.

Sul posto sono accorsi i carabinieri che hanno sciolto l’adunanza ed identificato tutti coloro che stavano partecipando alla funzione religiosa, circa quaranta persone, che ora – annuncia il sindaco Cristoforo Salvati – “saranno sanzionate e sottoposte a quarantena domiciliare per quattordici giorni”.

“Va censurato e condannato categoricamente il comportando di tutti coloro che hanno violato le disposizioni in vigore, creando un assembramento che non può essere giustificato a nessun livello, anche se motivato da esigenze di tipo spirituali e religiose. In un momento così delicato per l’intero paese, considerando tutte le misure di restrizione che noi sindaci siamo stati costretti ad adottare e tutti i sacrifici che i cittadini stanno facendo con grande senso di responsabilità, non possiamo ammettere comportamenti irresponsabili che rischiano di vanificare tutto quanto è stato fatto fino a questo momento. Dobbiamo capire – sottolinea il sindaco – che siamo ancora in piena emergenza e che in questa fase di rigore i nostri comportamenti rischiano di mettere in pericolo la sicurezza di tutti. Ci sono tante persone, me compreso, che hanno seguito la veglia pasquale da casa, nell’intimità familiare. Anche questo vuol dire rispettare le nostre tradizioni religiosi, anche questo vuol dire vivere in preghiera questa Santa Pasqua” conclude il primo cittadino.

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

16 COMMENTI

  1. Perché il portone della chiesa non è chiuso in modo da impedire a queste bestie di pascolare all’interno???

  2. Un comportamento davvero irresponsabile, oltretutto in uno dei comuni più funestati della nostra provincia.

  3. Rischia il penale il parroco…. Voglio proprio vedere come andrà a finire. Ultima considerazione, questa notizia farà il giro del mondo, che bella figura

  4. Invece le file per i buoni dati dai comuni quelle non sono assembramenti? Lì però fanno comodo, sono serbatoio di voti e clientelismo.

  5. l’adunata era davanti al sagrato della chiesa, non dentro. Purtroppo se un manipolo di fessi decide di fare assembramento non hai i famosi metodi [terapeutici] cinesi … e sei fortunato a non averli, altrimenti puoi stare certo: i primi a sparire, con i suddetti metodi, sarebbero proprio quelli cui inneggi tu, con il tuo “intelligente” nik.

  6. Un bel DASPO per queste persone. La domenica a firmare in questura.
    Il lunedì a fare volontariato nella mensa dei poveri.
    E due ore al giorno a prestare i propri servigi nei reparti di rianimazione degli ospedali.
    Così capiscono cosa vuol dire ‘rispetto per il prossimo’.

  7. l’ignoranza non ha limiti, non sono religiosi veri, ma integralisti questi stupidi incoscienti che hanno fatto questa bravata. Devono avere una punizione esemplare, compreso il prete, in un momento così difficile e delicato non devono permettersi di trasgredire le regole.
    arrestateli per un poco, sono cretini, ma può darsi che capiranno dopo una lezione esemplare.
    il vescovo della diocesi sospenda quel parroco, non c’è necessità di tenerlo in carica uno irresponsabile che permette queste idiozie.

  8. Aspettiamo qualche giorno e troveremo altri positivi nella cerchia di familiari o dei contatti di questi idioti, parroco compreso. Non ha insegnato proprio nulla il raduno di Atena Lucana. Così viene vanificato il sacrificio di tanti medici e paramedici che per curare qualche irresponsabile come questo pagano con la vita o di quelli che senza volerlo vengono contagiati… Anche il Papà tassativamente per sé e per gli altri celebra in San Pietro deserta. Chi crede di essere questo ‘sacerdote’? Non 14 ma 50 giorni di quarantena!

  9. Non c’è da fare nessun tipo di moralismo. Dovremmo tutti quanti plaudire solamente alla diligente e solerte applicazione delle norme sanzionatorie, previste dal nostro ordinamento democratico, da parte di valenti tutori dell”ordine. Chi sbaglia deve pagare, sine ira et studio. Chi sbaglia e non si fa acchiappare, meglio per lui.

  10. Visto che sono stati identificati, in caso di contagio si rifiuti d’autorità il ricovero in ospedale, dove potrebbero togliere il posto a delle persone per bene, e si facciano curare dal loro dio.

  11. La religione è l’oppio dei popoli. Nel 2020 c’è ancora chi crede alla favoletta di Adamo ed Eva.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.