«Siamo sfortunati, qui a Napoli ora rispettano le regole». La gaffe dell’inviata Rai

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
13
Stampa
Una gaffe che ha avuto del clamoroso quella commessa dall’inviata di Agorà, programma di approfondimento giornalistico su Rai 3 che viene condotto da Serena Bortone. La giornalista, giunta a Napoli, voleva documentare gli assembramenti ed il traffico. Quando però si è accorta dell’assenza di persone, ha quasi dato colpa alla cattiva sorte: «Niente. Non siamo fortunati, in questo momento non c’è nessuno, anche si fino a pochi minuti fa c’era un passaggio di auto intenso»

L’accaduto non è certamente passato inosservato agli occhi degli spettatori napoletani, che a quel punto hanno  preso d’assalto la pagina social del programma: «Com’è possibile che si debba per forza risaltare l’indisciplina di Napoli anche quando non esiste?».
Le scuse della giornalista

Soltanto dopo, la giornalista si è scusata con chi la seguiva. Scuse non accettate dalla maggior parte dei telespettatori, che hanno anche fatto notare gli altri errori commessi dall’inviata: quest’ultima ha infatti ammesso di trovarsi “in una zona che sarebbe pedonale, ma c’è passaggio di auto e furgoncini”. Quel tratto, in via Scarlatti, effettivamente è ztl, ma in queste settimane di emergenza il Comune ha emesso un’ordinanza in cui si autorizzano gli automobilisti  a transitare nelle zone pedonali.

fonte InterNapoli.it

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

13 COMMENTI

  1. E questa fa parte del servizio pubblico??? Voglio che sia licenziata e subito. Degna di fare l’inviata da Barbara D’urso non di più.

  2. Come al solito vogliono farci apparire come i barbari d’Italia. Perché queste trasmissioni inutili non vanno in Lombardia per verificare le anomalie che ci sono: tamponi che non fanno e assemblamenti in giro per Milano ?
    Come giornalisti non valete nulla e se penso che dovreste dare il senso della realtà mi viene il vomito !!!

  3. non abbiamo niente da imparare da nessuno,se vogliamo siamo molto piu civili e disciplinati di loro
    ORGOGLIOSO DI ESSERE CAMPANO

  4. Spazzatura..non giornalismo. Questa da Barbara D’Urso è la chiavica…figurarsi alla Rai.
    Servizio pubblico…, e li paghiamo pure.

  5. E dov’e’ la gaffe? In una citta’ dove portano i bambini sui motorini senza casco, dove portano i bambini ammassati nei pulmini scuolabus seduti su panche aggiunte e senza cintura dove camminano senza assicurazioni sulle auto , etc,etc, adesso la facciamo d’inventare la citta’ degli Angeli? Mentre il sindaco sa solo pavoneggia si in tv. Siate coerenti per favore.

  6. …i soliti luoghi comuni. Se a Napoli ci fossero stati gli stessi contagiati di Bergamo apriti cielo. Ci avrebbero fatto la “uallera” per mesi.

  7. x Max 6:43
    Sono d’accordo con Max,la realtà che viviamo tutti i giorni a Napoli e in Campania è quella evidente di un modo di essere e vivere in un degrado di arretratezza da ultimi del mondo.Preferisco il modello di civiltà del nord Italia Lombardia Veneto civiltà,ricchezza e benessere.

  8. Risposta a Max. In tre sul motorino… Si tratta di una minoranza! La maggioranza si indigna perché non si riconosce in questa descrizione! E non vi dovete permettere di generalizzare. Anche se sappiamo entrambi a cosa serve questa meschina generalizzazione…

  9. L’ inviata di Agorà ha detto poi “può succedere di sbagliare” scuse INACCETTABILI. Trattandosi della RAI, servizio pubblico.IL PROGRAMMA AVREBBE DOVUTO ESSERE SOSPESO. L’ inviata era stata mandata a Napoli, come tanti altri, con un unico proposito: trovare assembramenti e violazione norme anti covid 19, anche a costo di inventarli allo scopo di diffamare i cittadini Napolitani. La frase dell’inviata, siamo sfortunati…, ha tolto ogni dubbio. In questi mesi abbiamo assistito e subito una infamante aggressione da parte di TV e giornali. RAI indecente

  10. L’ inviata di Agorà ha detto poi “può succedere di sbagliare” scuse INACCETTABILI. Trattandosi della RAI, servizio pubblico.IL PROGRAMMA AVREBBE DOVUTO ESSERE SOSPESO. L’ inviata era stata mandata a Napoli, come tanti altri, con un unico proposito: trovare assembramenti e violazione norme anti covid 19, anche a costo di inventarli allo scopo di diffamare i cittadini Napoletani. La frase dell’inviata, siamo sfortunati…, ha tolto ogni dubbio. In questi mesi abbiamo assistito e subito una infamante aggressione da parte di TV e giornali. RAI indecente

  11. L’ inviata di Agorà ha detto poi “può succedere di sbagliare” scuse INACCETTABILI. Trattandosi della RAI, servizio pubblico.IL PROGRAMMA AVREBBE DOVUTO ESSERE SOSPESO. L’ inviata era stata mandata a Napoli, come tanti altri, con un unico proposito: trovare assembramenti e violazione norme anti covid 19, anche a costo di inventarli allo scopo di insultare i cittadini Napoletani. La frase dell’inviata, siamo sfortunati…, ha tolto ogni dubbio. In questi mesi abbiamo assistito e subito una infamante aggressione da parte di TV e giornali. RAI indecente

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.