Campania, è ufficiale: De Luca riapre anche bar e pasticcerie. Elenco attività

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
14
Stampa
Emanata l’ordinanza numero 37 del governatore della Campania Vincenzo De Luca sulla riapertura di librerie, cartolibrerie e cibo da asporto. Così come annunciato ieri, il presidente della Regione ha dettato le disposizioni sulla riapertura parziale delle attività, anticipando così in parte l’avvio della fase 2.
Anzittutto c’è una data: la riapertura delle attività destinatarie del provvedimento avverrà dal 27 aprile fino al 3 maggio. Il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, ha firmato l’ordinanza n.37 con cui si dispone dal 27 aprile per la riapertura delle attività di cibo d’asporto. Nel dettaglio sono riaperte.

a) “Su tutto il territorio regionale si legge nel documento sono consentite le attività e i servizi di ristorazione – fra cui pub, bar, gastronomie, ristoranti, pizzerie, gelaterie e pasticcerie – esclusivamente, quanto ai bar e alla pasticceriedalle ore 7,00 alle ore 14,00gli altri esclusivamente dalle ore 16,00 alle ore 22,00, per tutti con la sola modalità di prenotazione telefonica ovvero on line e consegna a domicilio e nel rispetto delle norme igienico-sanitarie nelle diverse fasi di produzione, confezionamento, trasporto e consegna dei cibi e salvo l’obbligo di attenersi alle prescrizioni di cui al successivo punto 2;

b) sono consentite le attività di commercio al dettaglio di articoli di carta, cartone, cartoleria e libri, esclusivamente dalle ore 8,00 alle ore 14,00, con raccomandazione di adottare misure organizzative atte a promuovere la modalità di vendita con prenotazione telefonica ovvero on line e consegna a domicilio, salvo l’obbligo di attenersi alle prescrizioni di cui al successivo punto

Per tutte le attività c’è l’obbligo di adottare le misure di sicurezza prescritte dalla legge.

Obbligo di chiusura per il 25, 26 e 1 maggio

L’ordinanza dispone la chiusura nel pomeriggio del 25 aprile 2020, nella giornata del 26 aprile 2020 e nella giornata del 1 maggio 2020. La disposizione è valida sia nell’ambito della vendita al dettaglio che della grande distribuzione. Il divieto di apertura è valido anche nei centri commerciali, fatta eccezione per le farmacie e parafarmacie, le edicole e i distributori di carburante e con la precisazione che i distributori automatici di tabacchi posti all’esterno delle rivendite potranno restare in funzione.

Sanzioni

Pesanti le sanzioni per chi trasgredisce. Il mancato rispetto delle misure di contenimento e prevenzione del rischio di contagio comporta l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da 400 a euro 3.000). Nei casi previsti anche quella accessoria (chiusura dell’esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorni).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

14 COMMENTI

  1. Prima Contrasta il governo e chiude le cartolibrerie librerie ecc facendo aprire solo negozi per abbigliamento neonati il martedì e giovedì poi chiude la regione poi Non vuole ripartire forse il 4 poi anticipa al 27 l’apertura mattutina di librerie ecc e pomeridiana di cibo a domicilio e il resto ? Cioè fino a mo nun se mangiat ?? Com Emm fatt ?
    E i cantieri ? Aveva detto e che apriamo a fare tra il 25 aprile e il 1 maggio Il cantiere sarà a singhiozzo e perché queste attività che fanno ? Fa pac cu cerviell

  2. Molto intelligente chiudere il 25 e 26, così ci sarà casino i giorni prima. Non c’è niente da fare, il suo interesse è solo comandare, nient’altro.

  3. L’aumento di tutte le pensioni a mille euro per 2 mesi in Campania è una bufala…!!! Grazie presidente! Bla..Bla..Bla..!!!

  4. questo è uscito fuori di testa, come tanti altri politici nazionali e locali, e pure chi li osanna

  5. non ho capito bene, “per tutti con la sola modalità di prenotazione telefonica ovvero on line e consegna a domicilio” quindi per bar e pasticcerie come funziona? telefono al bar o alla pasticceria e gli dico di farmi il caffè alle 10 e un cannolo alle 10:15?!? mah!!

  6. Questo sta facendo il bullo con la scusa di fare prevenzione e di venire incontro alle esigenze.

  7. Non capisco, mi serve una penna e devo fare la prenotazione on line e/o consegna a domicilio. Come se davanti alle cartolerie si formino file kilometriche perchè tutti comprano penne e quaderni.
    Posso capire, bar, pizzerie e patanerie, ma proprio le cartolerie…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.