Donna fermata senza mascherina a Salerno, il marito in caserma per oltraggio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
40
Stampa
Momenti di tensione si sono registrati ieri sera, sul corso Vittorio Emanuele di Salerno, per l’intervento di alcuni agenti della polizia che, nel corso dei controlli, hanno fermato una donna senza mascherina. La signora si sarebbe rifiutata – come scrive il quotidiano “Le Cronache” – di fornire le generalità. La donna, insieme al marito, ha minacciato le forze dell’ordine, tra le urla disperate dei bambini. Dopo alcuni minuti l’uomo è stata caricato a bordo della vettura della polizia e trasferito presso la caserma Pisacane: sarà verosimilmente denunciato per oltraggio alle forze dell’ordine.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

40 COMMENTI

  1. ma e’possibile che ogni giorno bisogna legger le cazzate di questo runner certamente frustato e microcefalo.

  2. Girando per Salerno noto che tutti i salernitani hanno le mascherine e chele indossano nel modo dovuto. Ma fatemi il piacere sempre a distinguersi dagli altri sempre ad avere la puzza sotto il naso e sempre pronti a dire che sono i “cafoni” venuti da li o da là ma noi invece no, perché siamo come la razza ariana puri ed obbedienti, ma fatemi il piacere. Io sono salernitano, ma la benda la metto al ask non agli occhi. Adesso sotto con gli improperi le minacce ecc.. perché così siete abituati a fare, voi la legge la rispettate sempre vero? Ipocriti e badta

  3. Per Scemenza da Pastena at 09:11. Egr. Sig.ra/re, sono un cittadino di Nocera (o nuceer così ci capiamo meglio) assiduo frequentatore ventennale di Salerno e Cava, città belle, eleganti, dove ho tanti amici e soprattutto dove MAI e sottolineo MAI ho avuto problemi legati alla mia provenienza; ogni qual volta ho sono stato OSPITE di queste città ho sempre goduto e rispettato le bellezze dei posti nel pieno rispetto delle regole. Sono stato cliente per anni del negozio Boggi (e ancora oggi non mi capacito come i salernitani abbiamo permesso la chiusura di un negozio storico e così importante), ho comprato il mio abito da sposo da Brancaccio, le mie migliori cene le ho fatte nella SUA città. Sà perchè le dico questo? perchè evidentemente la stragrande maggioranza dei cavesi e dei salernitani sono persone stra-perbene intelligenti ed educate, quindi delle due l’una: o lei non è di Salerno, o lei appartiene a quell’1% di incivili. Cordialmente Sig. Prisco Romano.

  4. X runner e company:
    Sono il primo a dire che le mascherine non servono (uno dei motivi è che andrebbero cambiate almeno ogni 2/ 3 ore invece nella migliore delle ipotesi le teniamo 2/3 giorni).
    L unica vera soluzione e la chiusura totale o il vero distanziamento (che è di fatto impraticabile nella maggior parte dei casi).
    È un compromesso x ridurre il rischio (non x eliminarlo) e consentire alla gente di uscire.
    Ciò perché qua, credo che me ne darai atto, nessuno ha capito veramente qualcosa del virus. Quindi parola d ordine è, ancora oggi, dopo 4 mesi, cautela.
    Ovvio che è controproducente metterla quando sei solo in una strada o molto lontani dagli altri ma sul corso, lungomare, locali ecc è opportuna. Spesso servono solo a renderci, falsamente, più sicuri ma
    Dura lex sed lex.
    La legge è dura e va rispettata.
    Diversamente proponiti in modo attivo. Trova qualche studio scientifico che dia un alternativa e sollecita il governo a cambiare legge. Te ne saremo tutti grati..
    Questo è senso di civiltà è di intelligenza e non andrebbe fomentato il contrario…

  5. Le regole vanno rispettate,ma adesso basta con questo stato di polizia la gente è esasperata da 3 mesi chiusi in casa che vadano ad arrestare spacciatori con lo stesso accanimento per non aver indossato una mascherina.cosi si esaspera ancora di più il disagio sociale venuto a crearsi con questa pandemia.

  6. Innanzitutto basta col dire che le mascherine non servono, servono e basta. E’ obbligatorio indossarle da ovunque si venga. In Campania sono obbligatorie. La legge si rispetta ed e’ uguale per tutti.

  7. ESPOSITO DEVI PUBBLICARE
    NON CENSURARE (come al SOLITO):

    la filastrocca è sempre la stessa:
    I nostri EROI, sono forti con i deboli e deboli cn i forti…

    A Salerno vengono effettuati posti di controllo dove vengono controllate e fermate, solo auto guidate da donne sole… (così si possono atteggiare)….
    Poi qnd c’è da andare fino in fondo, con “persone che contano”, c’è bisogno di bancali e bancali di Pampers…..
    GO HOME!!!!!!!!!

  8. Gino il cacchio, veramente il vAaAaAiiiiirAus ha mietuto molte ma molte più vittime : qua si parla di miliooooouuuuuni(cit.de luca) di morti fulminati da questa PAaaaAaaandemia!
    I dati li ha concessi direttamente barbara d’urso!
    E complimenti alle forSe dell’ordine : l’imperativo e l’importante è distruggere il popolo! Bravi!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.