Legambiente: “Giù le mani dalle spiagge libere”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
“Le spiagge libere sono beni comuni preziosi e vanno valorizzate e gestite, non chiuse. Le ordinanze sindacali sulla “non gestione”  delle spiagge libere sono le più stravaganti. Si chiudono alcuni tratti di spiaggia libera senza spiegazioni nel breve o lungo periodo, vengono affidati ai privati per permettere di attrezzare lo stesso numero di ombrelloni dello scorso anno nel rispetto delle distanze, tutto questo con ordinanze ad hoc e  senza piani di gestione necessari come viene definito nell’ordinanza regionale. Partendo da un dato campano che nel 2019  ha visto complessivamente una stima  in cui  le  concessioni superano il 67% di occupazione delle spiagge campane. Ciò significa che solo il 33% del litorale è “free”.

Oggi, dopo 2 mesi di lockdown, con una crisi economica e sociale, la chiusura delle spiagge libere, già limitate, è una scelta assurda, una vera resa, una dichiarazione esplicita dell’incapacità del pubblico di gestire il bene comune. Queste ordinanze sono atti che provocano una gravissima disparità di diritti fra la popolazione accentuando il divario sociale tra chi potrà permettersi di pagare per l’accesso al mare e chi no.  Riteniamo, invece, che questa situazione possa diventare una straordinaria occasione proprio per ristabilire la naturale connessione fra le amministrazioni locali e i cittadini nella gestione del bene comune.

È questo il momento perché i Comuni per garantire a tutti il vero diritto alla salute che significa anche fruizione libera della natura e della socialità valorizzino tutti i luoghi “negati” del proprio territorio troppo spesso dimenticati e abbandonati a una fruizione anarchica o aperti solo per pulizie estemporanee. In una nota Mariateresa Imparato, presidente Legambiente Campania su ordinanze di chiusure delle spiagge libere nella nostra regione.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Stintino (Sardegna) vuole 3,5 euro a persona, Cetara (vicino casa nostra) 2 euro a persona per la spiaggia libera. Inizialmente mi sono arrabbiato, ma poi ho pensato che non fanno altro che un danno al commercio locale. Quando vado a Cetara pago il parcheggio, prendo il caffè e ogni tanto resto a mangiare qualcosa. Ora questi soldi mi le risparmio e loro falliscono. Non so chi va peggio perchè alla fine il bagno si può sempre farlo da un’altra parte, sicuramente chi ci governa è assetato di potere a qualunque livello. Mi spaventa che, con la scusa del virus, possano toglierci tutto, anche il diritto di andare a mare. Ma se la gente non si ribella, vuol dire che va bene così

  2. Perchè usare l’auto e il parcheggio se sei runner…corri fino a Cetara oppure noleggia un kayak e trovi qualche spiaggetta/scoglio nascosto

  3. è balordo cercare l’obolo per l’utilizzo della spiaggia libera…
    in italia si paga perché si usufruisce dell’ombrellone e dei lettini, delle docce e degli spogliatoi…
    qui no… tutto free… ombrellone e lettino tuo, spiaggia per tutti, docce riscaldate per tutti ad ogni ora del giorno e della notte… 🙂

  4. Invece di darle ancora di più ai privati rendete tutte le spiagge libere dotate le di servizi di Pulizia servizi igienici docce calde e bagnini pubblici così davvero darete un servizio pubblico equo e di qualità.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.