Coronavirus: quanto tempo resiste sulle superfici: il nuovo studio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
Il coronavirus viaggia nelle goccioline di saliva e resiste sulle superfici da 3 secondi fino a 2 minuti. A questi risultati è giunta una ricerca pubblicata sulla rivista “Physics of Fluids” e condotta in sei città di America, Asia e Australia, coordinata da Rajneesh Bhardwaj e Amit Agrawal, dell’Istituto ndiano di tecnologia di Bombay. Lo scrive Virgilio.it

Dai bicchieri di vetro alle maniglie delle porte, fino ad arrivare alle pentole in acciaio e al display degli smartphone, il Sars-CoV-2 non supererebbe i 2 minuti di permanenza sulle superfici.

Si tratta di dati in netto contrasto con altri studi che indicano la sopravvivenza del virus fino a 17 giorni su determinate tipologie di materiali.

Questi risultati, ha spiegato Bhardwaj, sarebbero in grado di “spiegare la diffusione lenta o rapida dell’infezione in una particolare città e “potrebbe non essere l’unico fattore, ma sicuramente conta nel tasso di crescita dell’infezione”.

Coronavirus sulle superfici: dipende dalla resistenza delle goccioline
Secondo quanto hanno scritto i ricercatori, tutto dipende dalle goccioline che trasportano il virus: una volta che queste sono evaporate, “il virus residuo muore rapidamente” e la sua sopravvivenza è direttamente influenzata dal tempo in cui esse restano intatte.

Gioca un ruolo importante, quindi, il tempo di evaporazione delle goccioline di saliva e – mettendo a confronto le superfici di New York, Chicago, Los Angeles, Miami, Sydney e Singapore – sono emerse differenze rilevanti.

Una temperatura ambiente più elevata, infatti, fa asciugare più rapidamente le goccioline, riducendo drasticamente le possibilità di sopravvivenza del virus.

Coronavirus, quanto resiste sulle superfici: il ruolo dell’umidità
Al contrario, in luoghi con una maggiore umidità, le goccioline restano più a lungo sulle superfici e, a detta dei ricercatori, le possibilità di sopravvivenza del virus aumentano.

Per fare un esempio, la ricerca ha esaminato il tempo di asciugatura di una gocciolina in un ambiente interno con aria condizionata, a 25 gradi, contro uno esterno a 40 gradi.

Se a 25 gradi il tempo di evaporazione per le goccioline piccole è di 6 secondi e aumenta a 27 secondi per le goccioline di grandi dimensioni, a 40 gradi invece il tempo di evaporazione si riduce del 50%.

Infine, con l’umidità, il tempo di evaporazione di una gocciolina aumenta di quasi 7 volte e diventa maggiore di 2 minuti per le goccioline più grandi.

In conclusione, secondo gli autori della ricerca, questo potrebbe rivelarsi un problema serio con l’aumento dell’umidità nelle zone costiere in estate e nei luoghi dell’Asia colpiti dai monsoni tra luglio e settembre.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. E quindi una mascherina chirurgica, una volta utilizzata e senza far nulla , nel giro di qualche ora è sicuramente non infetta e può essere riutilizzata . Bene a sapersi.

  2. elvira, il tuo “e quindi” viene dopo un altro “e quindi”: e quindi è inutile mettere la museruola perchè nel giro di pochissimo il virus muore! si parla di due secondi addirittura o fino a due minuti massimo, senza tenere presente la carica virale minima per generare un’infezione!
    E QUINDI questo studio ci dice cose che sapevamo in tanti, che in un qualunque ambiente all’aperto il rischio è ZERO! e pure al chiuso, se non ci sono soggetti particolarmente deboli e allo stesso tempo soggetti con virus molto attivo..
    La finiamo con questa pagliacciata??? lo vogliamo capire che lo stanno usando solo per altri scopi o no??? vaccini obbligatori in primis, non lo vedete??? il virus è sparito SENZA vaccino, e loro continuano a parlare di emergenza e di vaccino

  3. lo vedete che qualunque cosa si dica, riguardo la morte di questo virus, la sua non pericolosità, il numero di trattamenti medici efficacissimi.. LA POLITICA CORROTTA CONTINUA a proporre chiusure, museruole, vincoli, misurazioni fasulle di temperatura, tracciabilità e tutto il resto???
    NON LO CAPITE ANCORA che il virus, questo virus, non c’entra nulla con la salute ormai??
    E non la vedete la discrepanza tra i dati sui morti, praticamente azzerati, la curabilità, la reale pericolosità, le opinioni MEDICHE di sempre più MEDICI nel mondo, la politica va avanti lo stesso senza fregarsene?? Vedi i vincoli per le spiagge libere e tutte le belle regole che il solito governatore vuole imporre SENZA ALCUN motivo medico

  4. Tutta la mia solidarietà a chi gestisce la moderazione dei messaggi. Non deve essere semplice.

  5. 14.39, certo, basta scrivere la stessa cosa che ripete Conte, uguale uguale, o magari la d’urso, e tutto è ok, il mondo come lo vorresti tu! bello piatto e con dittatura che tutti accettano felicemente come unica soluzione per vivere. Bello il tuo mondo, puoi andare in corea del nord, ti troverai bene sicuramente.

  6. anonimo, lo capisci quello che è scritto nell’articolo?? lo capisci che il virus, secondo lo studio, mure dopo due secondi? lo capisci che a questo punto non ha senso usare museruole e restrizioni? lo capisci che se la museruola fosse stata fondamentale per la vita allora ci saremmo dovuti estinguere qualche milione di anni fa, visto che di virus batteri e funghi siamo pieni nel corpo e dintorni? Lo capisci o no? quindi se hai capito, cosa hai da dire nel merito?
    E lo capisci che stanno dicendo solo falsità su Brasile e Svezia? in proporzione agli abitanti hanno una frazione dei morti che abbiamo avuto noi, pur senza aver ammazzato l’economia e migliaia di persone a causa di cure annullate…
    Lo capisci? ci arrivi? cerca i dati reali sui morti, e confrontali, forse lo capisci..

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.