Salerno: «le spiagge libere non faranno concorrenza ai gestori dei lidi balneari»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
«La fruizione delle spiagge pubbliche avverrà con le stesse modalità degli anni passati e cioè in base all’articolo 68 del Codice della Navigazione che consente il noleggio di sedie ed ombrelloni. L’unica novità di quest’anno è quella dettata dalle regole dell’emergenza Covid e cioè il fatto che i soggetti individuati dovranno assicurare le attività di accesso alla spiaggia, le prenotazione e i controlli sul distanziamento».

A dirlo l’Assessore all’Urbanistica del Comune di Salerno Mimmo De Maio che prova a smorzare le polemiche dei balneatori che lamentavano una concorrenza sleale da parte dei privati che gestiranno le spiagge libere. Lo scrive Il Mattino oggi in edicola

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. I gestori dei lidi perché non abbassano i prezzi.1500 euro per una cabina
    La gente non ha i soldi lo volete capire quindi spiagge libere per le persone che non possono andare altrove .Ma state zitti per favore vi lamentate sempre .

  2. E chi sono questi soggetti per decidere chi deve o non deve andare al mare. Le prenotazioni? Quindi ci sarà un’app o un numero di telefono dove chiamare per prenotare o bisogna andare direttamente in spiaggia il giorno prima.

  3. come al solito quando una cosa e’ gestita dalle istituzioni finisce in una schifezza,con quale concetto affidare spiagge libere a chi ? e poi io non devo pagare se e’ una spiaggia libera, ma se gestita da qualcuno ci sara’ sempre che quel qualcuno occupi la piaggia con sedie e ombrelloni facendosi pagare con inevitabili risse perche’ la spiaggia deve rimanere libera e solo se io faccio richiesta di sedia e ombrellone devo pagare.prevedo molte risse.

  4. I proprietari dei lidi sono degli arroganti. Ti chiedono centinaia e centinaia di euro per 2 metri di legno marcio, sporcizia nelle aree ristoro e servizi scadenti, aggiungiamoci anche un mare da discarica. Io vado dove voglio sulla spiaggia e nell’acqua. Che vangano spennati solo i polli per mezzo ombrellone!

  5. Loro la concorrenza non ce l’hanno e mai l’avranno. Tanto in Italia preferiremo farci multare piuttosto che applicare la direttiva Bolkestein. Un bene demaniale che diventa privato a tempo indeterminato di padre in figlio…solo in Italia.

  6. MA CHE SI LAMENTANO I GESTORI PRIVATI? CHIEDONO PER 60 GIORNI DA 1.500 A 3.000 €, MA SONO IMPAZZITI, È INEVITABILE, ANDREMO IN ALTRI COMUNI O SULLE SPIAGGE LIBERE.
    ANCHE LE LINEE GUIDE SONO ASSURDE, SENZA CRITERIO, GLI ESPERTI MEDICI CHE CAPISCONO DI BALNEAZIONE? LE NORME DEVONO FARLE I BAGNANTI E QUALCHE SAGGIO ED ESPERTO PROPRIETARIO DI STABILIMENTO. SENZA METTERE IN MEZZO POLITICI E FILOSOFI.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.