Abusi edilizi dietro la frana al costone di Positano, proseguono le indagini

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Nella giornata del 26 luglio scorso in località Laurito del Comune di Positano, un costone roccioso affacciato sul mare è stato interessato da due frane, succedutesi in un breve lasso di tempo. Dopo la prima, sono subito intervenute le motovedette della Guardia Costiera, per scongiurare eventuali necessità di soccorso, per la sicurezza della balneazione e della navigazione.

Durante le prime operazioni tese anche ad interdire il transito e la sosta nel tratto di mare a rischio, una seconda frana ha interessato la costa senza che vi fossero pericoli per persone o cose dal momento che era stata operata la cornice di sicurezza dalle motovedette. Le prime informazioni che gli uomini a bordo dei mezzi nautici hanno fornito al Centro di Coordinamento Ambientale Guardia Costiera della Direzione Marittima della Campania agli ordini dell’Ammiraglio Ispettore Pietro Vella, hanno subito destato interesse investigativo perché si riferiva di una frana particolarmente “polverosa”, circostanza incongruente con un costone roccioso.

Scattate le indagini, una seconda unità operativa è stata inviata a monte del costone. In ragione dei controlli, i militari hanno rinvenuto una costruzione abusiva con lavori ancora in corso ed una macchina per la frantumazione delle rocce nascosta con un telo mimetico proprio per impedirne l’individuazione da osservazione aerea.

Pertanto, sotto la guida dalla Procura della Repubblica di Salerno, si è operata una prima ricostruzione dell’accaduto che ipotizza, molto ragionevolmente, che la frana sia stata causata dallo smottamento del materiale di risulta polverizzato ed accumulato, in sensibile quantità, a monte del costone.

Si è quindi provveduto all’immediato sequestro dei manufatto abusivo ed a mettere sotto sequestro anche il costone roccioso di circa 6.000 mq oggetto della frana.

Nella giornata odierna, è stato anche eseguito un sorvolo con un elicottero della Guardia Costiera al fine di raccogliere ulteriori elementi investigativi. Ad oggi, sono stati scoperti altri immobili abusivamente costruiti per un totale di circa 200 mq.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Molto semplice prendere chi ha causato tutto e fargli provare lo stesso brivido delle rocce. Per fortuna non vi erano barche in transito altrimenti poteva esserci una strage.

  2. E QUESTO FA IL COMPANATICO CON TUTTI QUELLI CHE VOGLIONO FAR COSTRUIRE NUOVE STRADE APRIRE GALLERIE, VEDI MAIORI, E COSI’ VIA LA COSTIERA DEVE , AHIME’, COSI’ COME E’ PERCHE’ PRIMA O POI CI SCAPPA IL MORTO, NON SI DEVE TOCCARE NULLA SE NON ATTRAVERSO UN ATTENTO ESAME DI TUTTE LE CONSEGUENZE IDROGEOLOGICHE , NATURALMENTE LA SPECULAZIONE EDILIZIA E’ UN CLASSICO …. CERTI ABUSIVISMI, CON I DRONI, SI POSSONO BLOCCARE ANCHE IL GIORNO DOPO E NON ASPETTARE MESI

  3. Su google maps si vedono benissimo le 2 casette “incastonate” nella roccia, giusto sopra il punto franato.

    Scava scava alla fine trovi l’acqua… di mare.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.