Covid: Veneto in testa per numero di casi in rapporto alla popolazione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
In Italia nella settimana dal 5 all’11 agosto i casi di coronavirus sono aumentati del 46% rispetto ai sette giorni precedenti. E’ quanto emerge dal monitoraggio della Fondazione Gimbe, che sottolinea inoltre “una consistente diminuzione dei tamponi“. In aumento anche ricoveri e decessi. Il report analizza inoltre il numero di nuovi contagi in relazione alla popolazione: in testa è il Veneto con 9,95 nuovi casi ogni 100mila abitanti, quasi il doppio della Lombardia.

“Spie rosse che invitano a non abbassare la guardia – commenta Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione – e mantenere un grande senso di responsabilità individuale e collettiva“.

Importanti le variazioni regionali registrate dal monitoraggio. In 5 Regioni si rileva una riduzione complessiva di 31 nuovi casi rispetto alla settimana precedente, con variazioni minime che oscillano dai -2 della Provincia autonoma di Trento ai -13 della Provincia autonoma di Bolzano.

In 15 Regioni, invece, si registra un aumento dei nuovi casi: svettano Lombardia (+198) e Sicilia (+153), mentre altrove gli incrementi oscillano dai +5 della Valle d’Aosta ai +98 del Piemonte. Stabile la Regione Marche. Importante il dato sul numero dei nuovi contagi in relazione alla popolazione: prima il Veneto con 9,95 casi ogni 100mila abitanti, quasi il doppio rispetto alla Lombardia che invece ne registra 5,68.

“Quale indicatore della diffusione del contagio – aggiunge Cartabellotta – abbiamo rivalutato la distribuzione geografica dei 13.561 casi attivi all’11 agosto, i casi “attualmente positivi” secondo la denominazione della Protezione civile, aumentati complessivamente di 1.079 unità rispetto alla settimana precedente”.

Il 40,7% si concentra in Lombardia (5.514); un ulteriore 47,8% si distribuisce tra Emilia-Romagna (1.790), Veneto (1.300), Lazio (1.101), Piemonte (822), Sicilia (538), Toscana (535), Campania (402); i rimanenti 1.559 casi (11,5%) in 11 Regioni e 2 Province autonome con un range che varia dai 15 della Valle d’Aosta ai 229 della Puglia.

“In generale – spiega ancora il presidente – nell’ambito di un quadro epidemiologico di circolazione endemica del virus, è evidente il trend in progressivo aumento dei nuovi casi, siano essi autoctoni, di importazione (stranieri) o di rientro da italiani andati in vacanza all’estero“. Infatti se nelle prime tre settimane di luglio i nuovi casi erano stabili (circa 1.400 per settimana), nelle ultime due sono progressivamente aumentati da: 1.736 nella settimana 22-28 luglio a 1.931 nella settimana 29 luglio-4 agosto e a 2.818 nella settimana 5-11 agosto.

La dinamica della risalita della curva dei contagi, conclude, si riflette progressivamente sull’incremento sia dei pazienti ricoverati con sintomi e in terapia intensiva, confermando che in Italia assistiamo a quanto si sta verificando già in diversi Paesi europei.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.