Esami diagnostici in centri privati: da ottobre rischiano di tornare a pagamento

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
Il rischio è concreto. A causa dell’imminente sforamento dei tetti di spesi potrebbero tornare a pagamento in Campania gli esami diagnosti nei centri privati accreditati. A ottobre – come scrive il quotidiano “Il Mattino” – il ticket è a forte rischio: si dovrebbe cominciare dalla cardiologia. Il calo delle richieste determinato dal lockdown non è bastato a scongiurare la chiusura anticipata delle convenzioni.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Censura permettendo esprimo il mio pensiero parlando di fatti e verità.
    Continuano i lavaggi di cervello e la produzione di fumo con la manovella.
    Quando, il 20 ed il 21 settembre, i cittadini dovranno decidere chi deve guidare la Campania, dovrebbero valutere il passato ed il presente.
    Valuteranno anche:
    L’imposizione della nomina ad Assessore di Robertino, il ripescaggio forzato di Pierino, l’assegnazione della dirigenza alla ex moglie, le innumerevoli assunzioni clientelari con il giochino delle agenzie interinali (CSTP, Centrale del Latte, Salerno Mobilità, etc. ) , le assegnazioni forzate nei consigli di amministrazione delle varie municipalizzate, il controllo totale del consiglio comunale di Salerno, utilizzo quotidiano di alcuni media “partigiani” per fare il lavaggio di cervello e campagna elettorale,  il predicare bene e razzolare male.
    Valuteranno anche le promesse fatte nella campagna elettorale passata quando si scaglia a contro Caldoro con tante promesse mai mantenute:
    1) Verranno rimosse le ecoballe ed invece sono ancora li;
    2) Che i termovalorizzatori sono la soluzione al problema rifiuti e poi si batte per non farlo costruire ;
    3) Che è una vergogna che a dicembre vengano bloccate le convenzioni con le strutture sanitarie private e poi le blocca ogni trimestre (anche grazie ai continui blocchi delle convenzioni si è usciti dal commissariamento, la gente non si è più curata e quindi non si sono superati i tetti di spesa)
    4) che le imprese produttrici di mezzi di contrasto per Tac e PET sospendono le forniture perché non vengono pagate ;
    5) che la nostra sanità, a differenza di quello che vuol far credere Papino è pessima (liste di attesa con tempi biblici, macchinari obsoleti o non funzionanti, ambulatori ASL da incubo, poca professionalità e poca voglia di lavorare, assegnazione politica delle nomine, etc.
    Valuteranno anche:
    Il dato di fatto che se il virus avesse attecchito prima in Campania, anziché in Lombardia, sarebbe stata una carneficina (vista la Sanità che ci ritroviamo come testimoniato anche dall’ultimo servizio di Report).
    Fortunatamente abbiamo avuto il tempo di organizzarci e fare tesoro di quanto fatto, in bene ed in male, al Nord.
    Ordinanze emesse nonostante la impossibilità di metterle in pratica.
    Da noi qualcuno fa il gradasso ma dovrebbe ringraziare la buona sorte.
    Ma lui è molto intelligente e lo sa, ma deve recitare il suo copione.
    Anche i parassiti che lo sostengono dovrebbero rendersene conto, ma loro sono costretti perché devono disobbligarsi……..

  2. E certo, uno si sveglia la mattina e si va a fare una tac una radiografia, così perché non ha nulla da fare, ma si riesce a capire che c’è gente che non li riesce a fare se sono a pagamento perché non ha i soldi? C’è gente che rimanda e che poi è troppo tardi e ormai non c’è più nulla da fare? A volte vedo che amici degli amici riescono ad intrufolarsi in ospedale addirittura senza neanche la prenotazione e il pagamento ticket, vanno di sera o nei giorni e orari più strani concordati col medico o tecnico responsabile. La magistratura quando ci mette mano? Non so capisce che così ce ne vanno di mezzo sempre le persone più deboli tra cui gli anziani che sono costretti a vivere quasi in povertà con uno straccio di pensione

  3. NATURALMENTE AGGIUNGENDO L’AUMENTO DELLE TASSE REGIONALI QUELLO CHE VEDETE IN BUSTA PAGA LA SPAZZATURA L’IMU, ED ALTRI BALZELLI ED IL BABA’ E’ SERVITO ….

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.