Scuola, trasporti e sanità: flop Campania tra ritardi e mancata organizzazione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
Alla Campania non sono bastati 6 mesi per farsi trovare preparata alla seconda ondata di contagi, che era stata ampiamente prevista da più di uno scienziato. Scuola, trasporti e sanità – titola il quotidiano “Il Mattino” –  ecco cosa non ha funzionato: carenza di medici, scuole lasciate sole ad affrontare i casi di alunni e prof positivi, ritardi sui tamponi e una rete assistenziale domiciliare in estremo affanno, sistema di trasporto pubblico al collasso.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Non è vero in Campania funziona tutto in maniera ecccceeeeezzzzzionale…….
    Siamo i migliori in Europa……..
    Lo dice Papino il re del fumo con la manovella e lo dice anche Pierino il nullafacente ripescato forzatamente che fa interventi fini a se stessi e tante tante innaugurazioni invece di stare a Roma.

  2. Ma tu guarda. Anche il Mattino se n’è accorto. Troppo facile scaricare le colpe sui cittadini bollati come irresponsabili. E i politici che ci stanno a fare? Intanto il noto venditore di fumo si è portato a casa la rielezione con percentuali bulgare…e non censurate, per favore…

  3. e bravi, malagestione fatta passare per errori dei cittadini, questo è il venditore di fumo al quale tanti hanno creduto, me compreso fino all’anno scorso. Andate a leggervi il rapporto Anac sulle spese covid per regione, la lombardia 5 mila la campania 76 mila, per un solo contagiato covid. Questa è la regione fantastica che tanti credono di avere annebbiati dal fumo.

  4. Scuola, trasporti, sanità sono tre settori che presentano spaventose carenze presenti e mai colmate da anni, sia a livello regionale ma soprattutto a livello nazionale. La miopia politica ha portato a questa catastrofe. Come si poteva colmare dunque in sei mesi questa cecità amministrativa cronicizzata? inoltre, dopo il lockdown si è assistito ad un folle abbandono di qualsiasi misura cautelare per contenere i contagi, da parte di tutti, comprese le istituzioni , poichè anche gli esperti pronosticavano come “improbabile” la seconda ondata. Nessuno prende coscienza che le leggi che seguono i meccanismi di diffusione delle infezioni, non seguono le mode, il consenso, le pretese di libertà individuale e la confusione di pareri di presunti esperti. Nel varare le limitazioni, gli organi competenti spostano cinicamente l’equilibrio tra economia e consenso e difesa della vita e dissenso in base alla loro convenienza e sostenibilità economica, in un paese disastrato per le sue finanze e per sprechi scellerati.

  5. Giusto, se non riesco a risolvere i problemi esistenti(anche prima del Covid) meglio chiudere tutto ed incolpare i cittadini, frustarli e terrorizzarli.

  6. I contagi sono ripresi dalla fine di luglio in poi con i rientri dei vacanzieri e i mezzi pubblici con capienza all’80%, un mix esplosivo. Da pendolare sulla tratta Sa-Na e vv. posso testimoniare che i mezzi Sita, specie nel primo pomeriggio e dopo aver fatto un carico di varia umanità allogena alla fermata di via Ferraris a Napoli, ha viaggiato per settimane in condizioni più che precarie dal punto di vista igienico. Vi lascio immaginare metro e autobus urbani in quel periodo. Credo che una bella spinta al covid sia stata data proprio in quel frangente.

  7. E tra un po’ via a sciropparsi il solito pippone del sistematico scaricabarile. Quando c’è da gonfiarsi il petto e fare il fenomeno per meriti altrui, il solito gongolone… ma per suoi roboanti e patetici flops… Vai con i Sumeri, gli Ittiti, i nemici della Campania, gli attacchi mediatici di Pippecalzelunghe, Caldoro che gli ha lasciato il Kaos ed etc.
    D’altronde, proprio per questi comparti strategici e, soprattutto, per la gestione del sistema regionale dei rifiuti, la sua rielezione non sembrava, particolarmente, scontata. Poi, purtroppo il Covid 19, ma per lui una “manna dal cielo” e si messo a fare il fenomeno con il suo cabaret a sparare, quotidianamente , la qualsiasi.
    Si è “un attimino” scordato, però, di organizzarsi, in questi ultimi mesi, per la cotanto conclamata seconda ondata.
    Diciamo che, storicamente e sistematicamente è solo un Gran Caxxxaro e non ci ha mai capito niente.
    E lo dimostra, appunto, in tutta la sua proverbiale inezia, ribadita nel suo ultimo e nei prossimi decreti.
    Ve lo siete rieletto, ora zitti e muti chiusi e rovinati a casa.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.