Infiltrazioni criminalità: Prefetto di Salerno conferma gravità situazione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Il Prefetto di Salerno  Francesco Russo, in audizione presso la Commissione parlamentare antimafia, analizzando il fenomeno delle infiltrazioni della criminalità organizzata nelle diverse aree territoriali della provincia di Salerno, vi ha incluso, insieme a Scafati e Pagani, anche Eboli sottolineando, in particolare, l’incidenza del deficit di legalità nella conduzione degli uffici, indicando come esempio la recente inchiesta giudiziaria sull’amministrazione comunale di Eboli

In merito segnaliamo il commento di Nicola Provenza, parlamentare del Movimento 5 Stelle:

“Ci sono nella nostra città intellettuali e liberi pensatori attenti alla realtà che stiamo vivendo? Disposti a partecipare, a prendere una posizione, esporsi, fare delle proposte, invece di lasciarsi andare ad una critica aprioristica o di rimanere ancorati ad un pensiero che ormai è superato dalle evidenze? Una considerazione attenta, critica sulla realtà della nostra città è molto difficile.

Una città che è cambiata, che appare disillusa, nella quale la partecipazione, la passione, la voglia di rilanciare la cultura e lo sviluppo e il progresso, sembrano disperdersi in una disgregazione sociale crescente. È il tempo della generosità, di persone che attraverso il proprio impegno colmino questo spazio vuoto sempre più avvertito nella nostra comunità”.

“Salvare Salerno, rilanciare la nostra città non è solo un problema di amministrazione comunale – ha detto -. È un dovere di ogni cittadino rispetto all’appiattimento del dibattito pubblico ed alla mancanza di una speranza, di una prospettiva visionaria e reale. Le dichiarazioni rilasciate giovedì dal prefetto Francesco Russo sulla debolezza che il sistema economico offre alle organizzazioni criminali, in relazione all’emergenza sanitaria e non solo, costituiscono un allarme rosso per Salerno”.

“Nell’audizione in commissione Antimafia, il prefetto ha sottolineato come il porto commerciale di Salerno sia ormai uno stabile punto di approdo di sostanze stupefacenti e di merci contraffatte che spesso fanno capo ad organizzazioni criminali anche non operanti nella nostra provincia”.

“Il rischio di ulteriore penetrazione nel tessuto socio-economico è sempre più concreto.  In questa fase Salerno ha bisogno delle sue forze migliori per affrontare il presente ed il futuro e per costruire una vera alternativa politica per la guida del Comune capoluogo”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Con questa crisi anche le ultime attività serie finiranno in mano alla criminalità,fate quello che non avete fatto fino ad ora,cari esponenti della giustizia.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.