I commercianti salernitani sul baratro: “Quest’altro lockdown ci ucciderà”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
15
Stampa
La resa degli esercenti salernitani è certificata dalla “zona rossa” per la Campania. «Non sopravviveremo – titola il quotidiano “Il Mattino” – a quest’altro lockdown». Quello di ieri è stato il venerdì più nero della storia per il commercio locale. Negozi obbligati a chiudere di nuovo, titolari in difficoltà economica e dipendenti, nel migliore dei casi, in cassa integrazione.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

15 COMMENTI

  1. Intervista al virologo Perri dell’ospedale Amedeo di Savoia di Torino (ormai in Italia abbiamo più esperti virologi che tranvieri).
    In questa intervista parla delle prossime feste di Natale.
    “spero che vietino i pranzi di Natale, possibili solo a una condizione: che tutti i partecipanti si sottopongano prima del pranzo al test”.
    L’assurdità di tale affermazione risuona anche nelle orecchie dell’intervistatore che incredibilmente chiede quale significato abbia fare un test che non necessariamente dà un risultato utile (ammesso che funzioni, potrei essere negativo oggi e positivo tra tre giorni quando c’è il pranzo).
    Al che il virologo è costretto ad ammettere che si, effettivamente questo non garantisce la sicurezza, comunque meglio che niente. l’intervistatore chiede se non sarebbe sufficiente che i partecipanti indossino la mascherina e mantengano le distanze. Al che Di Perri risponde categoricamente “No, non va bene, perché in un ambiente chiuso il droplets comunque raggiunge concentrazioni pericolose nell’aria, cosa che invece non avviene in ambienti aperti dove la diluizione nell’aria è sufficiente per ridurre praticamente a zero qualsiasi rischio”.
    Quindi in una sola intervista, senza rendersene conto, il virologo che vuole vietare addirittura le attività all’interno delle abitazioni ci dice che:
    – la mascherina al chiuso è del tutto inutile perché il droplets si accumula comunque nell’aria che ristagna nella stanza.
    – la mascherina all’aperto è del tutto inutile perché il droplets, comunque non parato dalla stessa, non raggiunge livelli di pericolosità grazie alla diluizione in atmosfera.
    – che fare tamponi a tappeto è del tutto inutile perché la risposta (ammesso che sia affidabile) dà una fotografia del momento che può essere smentita un momento dopo.
    Tutte cose ovvie e di buon senso, ma stupisce come non si preoccupino nemmeno di fare affermazioni che, esaminate razionalmente, si rivelano in palese contrasto con le disposizioni alle quali raccomandano di attenersi.

  2. il problema vere e che voi con il commercio non avete nulla a che fare, siete buoni solo a fregare la gente, non date lavoro, evadete le imposte, insomma siete veramente parassiti sociali e come il virus andate eliminati piano piano…attrezzatevi per vendita online ed in onesta’ non al modo vs, cioè fregare la gente

  3. E’ stato tutto studiato a tavolino , farci arrivare a pagare iva tasse ecc e intanto chiuderci . In tv fanno i cabarettisti ma poi i politici si sa sono sempre culo e camicia . Vergognatevi

  4. per fatti veramente sentiti e vissuti: signora di 50 anni che si lamenta sperando di poter fare l’ultimo aperitivo, amico che se quest’anno non andava in sardegna moriva, vecchietta che il 15 di giugno già aveva la pelle color marrone scuro con annessa pelle tipo papiro egizio, figlio del commerciante di fianco a me che si organizza con birre del supermercato per la serata tra amici, anziani che la mascherina la portano sotto il mento….e adesso attaccatevi a sapete cosa!

  5. Non è il Covid ad uccidere commercio e persone. Ma il malgoverno e la malasanità
    Svezia docet

  6. solo 3/4 giorni in un articolo i commercianti salernitani invocavano subito un nuovo lockdown così da poter riaprire a natale. fatta la chiusura ci si lamenta…si tratta di articoli redatti per attirare l’attenzione o di lamentele solo per chiedere soldi ? o serve un alibi per aumentare ancora i prezzi di alcuni servizi / prodotti?
    qua tutti abbiamo perso, finanche i pensionati e dipendenti a causa dell’esagerato aumento dei prezzi. E soprattutto chi, come me, autonomo, non ha ricevuto niente da nessuno e nonostante ciò non si lamenta. ma sti soldi chi li deve cacciare?
    il fondo perduto, se sono state pagate le tasse, è stato ottenuto per pagare i fitti; i soldi inps e regione pure; i dipendenti verranno pagati con la cig. piuttosto si dovrebbero lamentare quei vostri dipendenti a nero sottopagati e sfruttati …. non quelli, invece, che vogliono lavorare a nero per perdere miriade di altri contributi… pensate piuttosto a reinventarvi qualcosa!

  7. I negozianti in regola con il fisco hanno diritto a ristori (fino al 200% del fatturato del periodo corrispondente del 2019) e crediti fiscali fino a giugno prossimo, per loro il lockdown è quasi un affare, sono di fatto ferie pagate e meritate.

    Tutti gli altri possono tranquillamente chiudere e andare a mangiare alla caritas.

  8. Ma non potete paragonare la Svezia e l’Italia dove per un territorio quattro volte d’Italia C’è un sesto della popolazione è normale che la il distanziamento è quasi naturale

  9. Solo una domanda: (io sono un disoccupato) ma tu,che mestiere fai?
    Rispondi se ne hai il coraggio.

  10. Quanti chiudono davvero, pure a marzo tutti sul lastrico dopo 3 giorni di chiusura(vivete alla giornata tipo mendicanti?) ma ad agosto vita smeralda feste, cocomeri selfie. La gente in ferie pure a settembre inoltrato.
    L,italia degli aperitivi

  11. sono un operaio in cassa integrazione dall’inizio della pandemia, quadagnavo mediamente circa 1400 euro mensili, ho 55 anni e famiglia con figli (disoccupati).Adesso vivo con 900 euro al mese e non riesco a pagare nenche le bollette,cio’ non toglie che ora il ns dovere di uomini e’ ora quello di salvare vite umane facendo sacrifici..le bollette, per noi comuni mortali, ed i cellullari nuovi per i commercianti le pagheremo l’anno prossimo, quindi chiudi la fogna e rifletti prima di parlare….ah… proposito mi chiamo Ciro e sono di mercatello

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.