Fisico Parisi: “Contagi raddoppiano ogni 15 giorni, necessarie misure severe”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
La curva dell’epidemia di Covid-19 in Italia sta crescendo in modo esponenziale, con un tempo di raddoppio di 15 giorni. Considerando quindi l’attuale aumento giornaliero di circa 20mila infetti, se non si adotteranno provvedimenti severi entro le prossime due settimane potrebbero esserci 40mila nuovi casi al giorno, che potrebbero mettere sotto pressione il Servizio Sanitario Nazionale.

Lo ha detto all’ANSA il fisico Giorgio Parisi, di Università Sapienza di Roma e Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. “Siamo in una situazione di crescita esponenziale lenta.

La prima ondata raddoppiava ogni tre giorni perché non erano state adottate misure, nella seconda il tempo di raddoppio era una settimana e adesso è di circa 15 giorni: è un tempo di raddoppio più lento rispetto a quello delle ondate precedenti – osserva Parisi – ma, considerando che stiamo arrivando a una media di circa 20.000 casi al giorno, fra 15 giorni i nuovi casi potrebbero diventare 40.000: una situazione che difficilmente sopportabile dagli ospedali”.

Alla luce dell’aumento esponenziale dei casi di Covid-19 in Italia, secondo Parisi, è necessario “intervenire per frenare la diffusione del virus. Si potrebbe immaginare di andare in una situazione di lockdown molto stretto in molte parti d’Italia” e, ha osservato, “le zone in cui servono misure restrittive stanno aumentando notevolmente”. L’importante, ha concluso, è “essere in grado di fare controlli sulle varianti.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. ma bastaaa, questo è proprio scarsooo, denunceremo anche lui per procurato allarme. BASTA.
    Raddoppiano ogni 15 giorni è una BALLA, un puro esercizio teorico. Se fosse così dovremmo avere già adesso qualche milione di casi, ed è evidentemente FALSO.
    Se un mese fa, il 1 febbraio, erano circa 12mila, il 15 dovevano essere 24mila, e il 1marzo 48mila! e se il “fisico” del malaugurio non ha detto una BALLA tra poco avremo 96mila casi “positivi” (da test fasullo)!
    Certo che se si fanno due milioni di test FASULLI si trovano tutti i positivi che vuole il “fisico”..
    Ma poi mi chiedo, mo pure i fisici possono parlare di virus? Non eravate quelli che “solo i virologi devono parlare” ?? o quelli che “ma tu sei un virologo? perchè parli?”!
    E quindi questo si stesse zitto, o almeno la sua OPINIONE e procurato allarme diciamo che vale come quella di chiunque altro. Anche perchè è GIA smentita dai fatti.

    Ripetiamolo: i test con i quali sparano i numeri, sono FALSI, 97% di falsi positivi. accertato da STUDI E TRIBINALI. In particolare una sentenza di appello, definitiva, in Portogallo. Oltre ai tanti ricorsi in Italia, nei quali si chiedeva allo Stato di portare fonti scientifiche certe…. e non è MAI stato fatto.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.