Anziani: due truffe in poche ore di migliaia di euro, allarme a San Marzano

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Allarme truffe agli anziani a San Marzano sul Sarno. Soltanto ieri ne sono state compiute due che hanno consentito ai malviventi di sottrarre a due altrettante persone oltre 6mila euro. A denunciare il rischio di possibili nuove tentativi è il sindaco Carmela Zuottolo dopo aver appreso quanto accaduto nella sua comunità.

“Bisogna sensibilizzare in tutti i modi i nostri anziani a non dar retta a persone che non conoscono e soprattutto non consentire a nessuno di entrare nella propria abitazione. Al primo sospetto devono allertare i carabinieri e la polizia municipale”.

Una delle vittime, una donna di 94 anni, vedova, ha presentato una denuncia alla stazione dei carabinieri di San Marzano sul Sarno, spiegando come è stata raggirata insieme alla sorella.

“Era da poco passato mezzogiorno – ha raccontato ai carabinieri – quando ho ricevuto una telefonata a casa, un uomo ha detto di essere un suo nipote, mi avvisava che stava aspettando dei libri importanti ma non aveva i soldi per pagarli, se non lo avesse fatto sarebbe stato denunciato”. In soccorso della 94enne, visibilmente preoccupata, è intervenuta sua sorella più giovane che ha continuato a parlare con l’interlocutore il quale le ha chiesto un numero di cellulare per essere rintracciata da un impiegato che l’avrebbe aspettata all’esterno dell’ufficio postale. La donna ha fornito il suo.

“Ora scenda di casa – le ha detto il malfattore – vada alla postale, all’esterno troverà un impiegato che le darà il bollettino di pagamento”.

Era lo stratagemma per lasciare da sola a casa la vittima. Poco dopo, infatti, alla porta si è presentato un uomo, età apparente circa 40 anni, sostenendo di essere un amico del nipote, le ha chiesto 4. 800 euro per pagare i libri ed evitare la denuncia. “In casa ho soltanto 3. 000 euro”, gli ha risposto la donna. “Cerchi ancora e mi dia anche oggetti d’oro”, ha replicato il truffatore.

L’anziana alla fine è riuscita a racimolare 4. 400 euro e l’unico oggetto oro posseduto, la fede nuziale, consegnando tutto all’uomo che è andato via con il bottino. Ma non era finita. Poco dopo nuova telefonata, sempre il presunto nipote che le ha implorato di consegnare anche la cassetta dell’oro. Ma la telefonata è stata interrotta dal ritorno a casa della sorella che le ha raccontato che all’ufficio postale non ha trovato nessuno. Soltanto a quel punto le due donne si sono rese conto, tra le lacrime, di essere state raggirate.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.