Vaccini: la comunità portuale di Salerno tra le priorità, l’appello a De Luca

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa
“Siamo consapevoli degli sforzi che la Regione Campania sta attuando per concretizzare le indicazioni del Piano vaccinale anti Covid-19 e per ottimizzare tutti i processi organizzativi e gestionali dello stesso, ma è necessario intervenire sulle priorità. Oltre alle strutture socio-sanitarie, alle RSA e agli istituti scolastici, va presa in considerazione, urgentemente, la comunità portuale”.  E’ quanto afferma in una nota Vincenzo D’Agostino, presidente della CULP, Cooperativa Unica Lavoratori del Porto Flavio Gioia.

“Grazie all’impegno, i rischi e i sacrifici di tante lavoratrici e lavoratori – continua d’Agostino – il Porto di Salerno non si è mai fermato durante l’emergenza sanitaria e questo ha garantito l’approvvigionamento dei beni essenziali non solo alla città, ma a tutto il Paese. Quindi bisogna inserire prioritariamente nel piano vaccinale anti Covid-19 definito dal Ministero della Salute, i lavoratori operanti nel settore del trasporto e della logistica”.

“Come Presidente della Compagnia Portuale di Salerno – conclude – mi unisco alla richiesta delle Segreterie Nazionali Filt-Cgil, Fit-Cisl, UilTrasporti e di Assoporti, ritenendo che la vaccinazione contro il Covid19 sia lo strumento utile a garantire l’esercizio delle attività in piena sicurezza a tutti gli operatori coinvolti nel Porto di Salerno nonché delle loro famiglie”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. È una vera e propria mentalità distorta quella in cui nessuno vuole rispettare la fila. Ecco venire alla luce il pressing delle corporazioni, dove ognuna vanta titoli di precedenza sugli altri. Si rivendica verso lo Stato diritti, si passa sopra ai propri obblighi verso la società. Eppure la drammatica situazione attuale è precipua responsabilità del comportamento eversivo dei singoli, non dello Stato.

  2. Ecco l’essere umano prima io poi gli altri. Grazie de Luca per il tuo esempio. Ci sono categorie più deboli ancora non vaccinate e questa altra categoria, dopo gli avvocati i commercialisti, i CAF, ecco il porto. Avanti il prossimo. Ha detto bene Pm, nessuno vuole aspettare il suo turno. In un paese davvero civile dopo i sanitari, si devono vaccinare per età, dopo gli 80enni,i 70enni e così via, oltre ai più fragili come chi ha patologie gravi al di là dell’età. Invece ognuno pensa di essere essenziale. Penosi. Ecco l’esempio di De luca che salta la fila.

  3. ve la cantate e suonate da tempo immemore. assumete solo i parenti, imbrogliate per gestire la stazione marittima, vi date le concessioni fra di voi, almeno i vaccini lasciateli alla povera gente. vergogna.
    un salernitano vero.

  4. Ma porca miseria. Qui ci sono i novantenni ancora in attesa e questi che lavorano perlopiù all’aria aperta ora vogliono la priorità nell’essere vaccinati. Nessun pudore, nessuna vergogna.

    P.S. complimenti a pm, la penso esattamente come te!

  5. Secondo il ragionamento di D’Agostino tutti dovrebbero avere una priorità, dagli autotrasportatori che consegnano le merci, ai cassieri dei supermercati, insomma tutti quelli che con il loro lavoro hanno fatto in modo che il paese non si fermasse. O forse sarebbe più giusto privilegiare le persone che il lavoro lo hanno perso così che magari possano riprendere. Al di fuori della giusta precedenza data agli operatori sanitari non penso sia corretto stabilire chi deve vaccinarsi prima in base al mestiere svolto. Probabilmente è più giusto continuare a farlo solo in base all’età e alla fragilità della persona

  6. Vorrei fare una precisazione vagamente attinente. Zona rossa da far ridere, continuano ad esserci i solito soggetti che scendono a fare la passeggiata al parco, “signore” a giocare il lotto, redditi di cittadinanza che grattano il gratta e merdi davanti al bar e il classico demente che pensa che al supermercato ci si può stare due ore per fare la chiacchierata e la passeggiata. Poi, quando finirà la zona farlocca rossa, ci dobbiamo sentire lo scienziato con la 3a media che ha preso i dati da facebook e dice che non è servito a niente e bl bla. E grazie al ca…

  7. i professori hanno ottenuto (con scuole chiuse) di essere vaccinati, i giornalisti, i professori, gli avvocati, ora anche i portuali vogliono essere vaccinati!!! Benissimo. Intanto il Capo dello Stato (ottantenne) e Liliana Segre (novantenne) hanno aspettato il loro turno, senza invocare privilegi. Queste sono lezioni di civiltà: aspettare il proprio turno e dare precedenza a chi è più anziano!

  8. Concordo @pm. Da anni ritengo e sostengo la necessità di abolire le corporazioni e riunificarle in un’istituzione unica con il solo compito di regolare ed irrogare le sanzioni e basta.

  9. Che vergogna, questa dei vaccinati privilegiati e di quelli che chiedono di “saltare” la fila perchè appartengono a determinate categorie! Invece di considerare gli ammalati, i disabili, i cassieri dei supermercati, i corrieri, le categorie a rischio, si pensa ai docenti (con scuole ed università chiuse), agli avvocati, ai magistrati, ai portuali, ai commercialisti,…L’Italia è proprio un brutto Paese!

  10. Ma quanti commenti cattivi e fuori luogo, leggete L articolo, dopo le categorie sopra descritte tra cui Le RSA, gli istituti scolastici ecc ecc, ce il mondo dei trasporti e della
    Logistica che per garantire i beni essenziali non si è mai fermato, mentre parecchi di voi state a casa(come giusto che si sia). Portate VOI un po’ di rispetto per i lavoratori che rischiano la vita tutti i giorni per garantire beni essenziali e non a tutta la città di Salerno e non solo. Se si ferma il Porto si ferma Una buona parte della distribuzione di generi alimentari per i cittadini di salerno e quindi per voi. Poi come fate la spesa ?
    Leggete prima di giudicare.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.