Salernitana. Castori, ribattezzato mister X, difende la sua truppa

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Di Tacchio che esulta come se avesse segnato dopo aver respinto la conclusione a botta sicura di Proia, Jaroszynski che prova a mangiarsi il pallone dopo una chiusura, sono tra le fotografie più riuscite della serata vissuta dalla Salernitana al Tombolato. In casa del Cittadella mister Castori ha ritrovato la sua squadra, famelica, rabbiosa, attenta, ordinata, sempre pronta a fiondarsi su tutti i palloni e a ripartire in contropiede. Contro una squadra brava a far giocare male gli avversari, i granata non arretrano di un centimetro e di questo aspetto, in particolare, il tecnico marchigiano è contento perché, dopo la scialba prova offerta col Cosenza, si aspettava dai suoi risposte di un certo tipo.

«Abbiamo fatto un’ottima partita, soprattutto nel primo tempo. Abbiamo concesso poco agli avversari e abbiamo anche sfiorato il gol – ha detto l’allenatore della Salernitana -. Siamo stati in grado di sfruttare bene i quinti e siamo stati padroni del campo. Nel secondo tempo si è rischiato, abbiamo provato a cambiare qualcosa per cercare la giocata vincente. Entrambe le squadre hanno avuto la possibilità di vincere, resta la consapevolezza di aver fatto un’ottima partita contro un avversario forte al quale abbiamo concesso poco o nulla. Siamo una squadra solida e tosta, si fatica a giocare contro di noi. Abbiamo trovato un importante livello di continuità in questo girone di ritorno. Abbiamo cancellato la brutta prestazione col Cosenza dimostrando di essere solidi e giocando in maniera armoniosa. Nel finale ci sono state delle occasioni da una parte e dall’altra ma nessuno ha capitalizzato. È vero che ultimamente segniamo meno gol, ma è anche vero che non ne subiamo. Oggi pareggio giusto ma in questo campionato le partite sono tutte equilibrate. Se avessimo segnato nel primo tempo avremmo vinto la partita, forse meritavamo qualcosa in più noi anche se nel finale abbiamo rischiato».

La Salernitana resta in piena corsa per i play off ma la pareggite la allontana dalla vetta e dalla zona promozione diretta. Nonostante ciò, Castori difende a spada tratta il suo gruppo e, in particolare, a chi sta tirando la carretta dall’inizio della stagione. E a chi gli rinfaccia lo scarso utilizzo di giocatori di squilibrio, che potrebbero fornire qualcosa in più in termini di qualità e di sostegno alle punte, il trainer granata risponde a muso duro.

«Anderson ha caratteristiche precise, è un giocatore bravo nell’uno contro uno ma è anche un calciatore che ha molte pause. Bisogna valutare l’impatto nei novanta minuti, le partite sono equilibrate e se concedi qualcosa rischi di perdere la partita. Chiaramente è mancato il gol ma rispetto alla partita col Cosenza abbiamo giocato bene, questo vuol dire che la squadra ha ritrovato la sua struttura mentale e oggi non era facile. I cambi? Non accetto il discorso secondo cui chi non gioca è meglio di chi gioca. Questa squadra è seconda in classifica perché – evidentemente – chi gioca sta facendo bene. Tutino? C’è una turnazione naturale dato che giochiamo così spesso, a volte abbiamo la necessità di inserire un calciatore fresco nel secondo tempo».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. Permettetemi questa intrusione non c’entra niente con l’articolo sopra. Un giornalino romano titola oggi ‘Lazio uscita a testa alta” ! Ahahah come la nostra Amata galleggiamento a vita! Anche quest’anno non vincono neanche la Coppa del nonno.

  2. Che commento demenziale, castori la tua fortuna che le squadre che ci sono nei primi sette posti sono scarse, tu nemmeno i play off farai se non sai gestire le partite, hai un centrocampo di cacca, ogni tanto a cicerelli fallo giocare, osa cavolo

  3. CHE TRISTEZZA QUESTI TIFOSI CHE SI LAMENTANO DI UN TERZO POSTO E CON DUE RIGORI DECISIVI FALLITI E PER UN PAREGGIO SU UN CAMPO OSTICO COME CITTADELLA. IMMAGINO COSA SAREBBE ACCADUTO SE AVESSIMO AVUTO UNO SQUADRONE COME LA SPAL CHE E’ AI MARGINI DEI PLAY OFF. MENO MALE CHE CON GLI STADI CHIUSI NON CI SONO QUESTI PSEUDO TIFOSI CHE DUE ANNI FA INSCENARONO UNA CONTESTAZIONE MAI VISTA SUI CAMPI DI CALCIO QUANDO UNA SQUADRA, CHE DICONO DI AMARE, IN PIENA LOTTA PER NON RETROCEDERE.MENO MALE CHE ANDO’ BENE ALTRIMENTI OGGI SAREMMO IN SERIE D O SERIE C DI CUI MOLTI HANNO NOSTALGIA E CHE SAREBBERO BEN FELICI DI INCONTRARE SQUADRE NOBILI COME CAVESE, TURRIS, CASERTANA, ETC… PUR DI VEDERE LOTITO ANDARE VIA. STATEVENE A CASA QUANDO SI RIAPRIRANNO GLI STADI.

  4. Ma tu sicuro che sei tifoso della Salernitana????e capisci di calcio?? quindi siamo a 2 punti dal secondo posto perché gli altri sono scarsi??? secondo me dovresti cambiare sport e seguire il Carling!!!!

  5. Lasciando da parte i commenti relativi alle solite caxxate “via i romani da salerno”, “galleggiamento” e stupidaggini varie, che dimostrano tutto il limite mentale di chi le pronuncia, il problema del periodo non è tanto il numero dei pareggi, quanto il fatto che sono tutti 0 a 0. Se la difesa sorride, l’attacco piange (e ci fa piangere): nelle ultime 5 partite 1 gol fatto e 0 subiti. Sono d’accordo con “Forza Salerno”, Castori deve osare di più, non fosse altro per far godere noi tifosi di uno spettacolo più coinvolgente. Una partita si può anche perdere, ma partire dall’inizio con l’obbiettivo di fare “0 a 0 po’ s’ ver'” è una mentalità catenacciara che almeno a me non piace: ricordo le Salernitane di Delio Rossi, quando si tornava sempre a casa con l’adrenalina a 1000 tante erano state le emozioni; a volte certo si perdeva anche, ma lo spettacolo era sempre garantito. Forza Salernitana sempre!

  6. Gioca per pareggiare. Si esalta, infatti quando vince non è così felice.
    In ordine preferisce: pareggiare 0-0, perdere, vincere a cu.lo 1-0. Se si segna più di un gol poi le due successive obbligatorio doppio 0-0.
    Un lotito in panchina, anche come stile.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.