La Reggiana insiste: partita di Salerno da rigiocare, ecco il documento dell’Ausl

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
18
Stampa
“E’ necessario continuare a mantenere le misure di prevenzione in corso, visto l’incremento del numero dei casi come da voi già segnalato”. Ecco quello che dice il famoso documento dell’Ausl di Reggio. L’indicazione è datata 30 ottobre 2020, vigilia della trasferta a Salerno che poi non c’è stata, e a darla è il direttore del Servizio igiene e sanità pubblica al responsabile sanitario della Reggiana calcio. Continuate a mantenere le misure di prevenzione: tradotto, rimanete a casa. La società granata l’aveva interpretata così, difficile darle torto. E in ogni caso, in quel momento in casa Reggiana c’erano 22 giocatori positivi al Covid. Era ovvia l’esistenza del caso di forza maggiore.

L’Ausl di Reggio non ha fatto alcuno sbaglio, anzi, in realtà è stata l’unica ad attenersi al protocollo. La responsabile dell’Igiene pubblica scrive infatti anche questo, nel documento: “Comunico di aver preso atto dell’attuale situazione e delle misure da voi adottate secondo i protocolli sanitari attualmente in vigore per le squadre di calcio professionistiche”. Eppure è andato tutto al contrario, dopo. La Reggiana ha avuto l’enorme sfortuna di essere la prima a incappare in un focolaio Covid. Il ricorso vinto dal Napoli a dicembre grazie all’Ausl locale che aveva utilizzato l’espressione “rimanete a casa” ha aperto la strada a un’interpretazione che ha portato al recupero delle partite e a nessun’altra sconfitta a tavolino. E’ capitato solo ai granata.

La Reggiana avrebbe potuto fare un ulteriore ricorso? Sì, ma la Lega aveva definito il protocollo “inattaccabile” e quindi il rischio sarebbe stato di vedersi infliggere pure un punto di penalizzazione. Col senno del poi il mancato ricorso è sicuramente un rammarico, ma non cambia il ragionamento di principio: perché essere puniti per aver rispettato un protocollo? E ancora: dopo essersi accorti dell’inadeguatezza del protocollo stesso, tanto da cambiare le carte in tavola a campionato in corso, perché non porre rimedio all’errore fatto a fine ottobre? Nelle ultime ore il Consiglio comunale di Reggio ha approvato un ordine del giorno con primo firmatario il consigliere leghista Matteo Melato: si impegna la giunta a chiedere al Consiglio dei ministri, al presidente Lega B, alla Figc e al Coni il “rispetto dei principi di correttezza e lealtà”.

I granata sono in silenzio stampa e lo rimarranno tutta la settimana, ancor più dopo la decisione dell’assemblea di Lega di domenica scorsa di sospendere il campionato per due settimane per permettere i recuperi, con la conseguenza che dal primo al 10 maggio si dovranno giocare 4 partite. Quelle finali, quelle fondamentali.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

18 COMMENTI

  1. Con questa Italia non ci sarebbe da meravigliarsi se la partita con la Reggiana verrà fatta disputare….

  2. Perchè non avete presentato ricorso? adesso cosa volete? i termini per presentare ricorso sono scaduti!!!!
    Sembra che la Salernitana è stata favorita, questo non è vero e la Reggiana che doveva preoccuparsi.

  3. stat facendo nu casino voi e sta partita ma e stata 5 mesi fa ancora che volete piglia 3 gol ma mettetevi u cuor in pace e pensate a chiudere il campionato nel.migliore dei modi nelle Sabbie mobili della classifica …. e mo basta mo .. qua ci fa mal a cap che non sanno neanche l oro come fare un altro teatrino come nel 1999 a
    piacenza …. per farci retrocedere della serie a ..

  4. Fossi la Salernitana, la giocherei pure domenica questa partita. Vinciamo tranquillamente.

  5. Quello che dice la Reggiana é giusto, va ripetuta la partita, 3 a 0 non ci basta, vogliamo un 5 a 0 sul campo, per la classifica cannonieri dei nostri attaccanti.

  6. Voglio conoscere cosa diceva parola per parola l’ASL di Reggio Emilia alla società prima del comunicato del 30 Ottobre 2020 e poi posso dire la mia in maniera seria, senza aver a che fare mezze verità

  7. Anarchia pura a tutti i livelli……oramai in italia tutti fanno quello che vogliono, in serie b poi abbiamo assistito allo scempio che “i gruppi di potere” hanno imposto senza che l’organo nazionale (F.I.G.C) abbia, almeno , vagliato e/o commentato le decisioni imposte dalla “LEGA” di seie b.

  8. Nessun peso e misura diversa, nel caso del Napoli e dell’Empoli è stata l’ASL a bloccare le squadre. Per questo vengono rigiocate.
    Nel caso della Reggiana bisogna capire bene se l’ASL ha bloccato tutta la società oppure no. Se l’ASL di Reggio Emilia non ha bloccato tutto e l Reggiana poteva muoversi, come sembra sia accaduto, veniva a Salerno con 11 giocatori a caso, dalla primavera a magazzinieri e giocava la sua partita, perchè i contagiati covid sono assimilabili a qualsiasi infortunato. Allora tutte le squadre che hanno 6 infortunati potrebbero chiedere il rinvio ???? Ma che discorso è ?

  9. Non hai capito nulla …… da regolamento doveva andare cosi…. poi i napulegni hanno ricevuto un esplicito divito dall’ Asl di Napoli e facendo ricorso per impossibiltà sopravvenuta ……hanno rigiocato PERDENDO! le altre hanno seguito la strada …..capisci a me…….
    Strada pericolosa perchè poi il Galliani facendosi un piacere a fatto bloccare il campionato in attesa dei recuperi…… praticamente se da domandi 5/6 squadre vanno in quarantena….. con gli europei alle porte …… il campionato di B finisce a ferragosto.
    Dov’è la giustizia?

  10. IL GALLIANI STA COMINCIANDO A INTORPIDIRE LE ACQUE, PROVE TECNICHE DI MANIPOLAZIONE…C’ERA D’ASPETTARSELO….

  11. Potrebbero anche avere ragione dal punto di vista morale, ma sotto l’aspetto del diritto sportivo devono solo mangiarsi le mani per non aver proposto ricorso. Morale: i termini per eventuali impugnazioni sono ampiamente scaduti e adesso possono solo urlare al vento oppure affidarsi ai ricorsi amministrativi, ma non so fino a che punto gli convenga. Se poi, alla fine, dovessero, non so sulla base di quale oscuro cavillo, vuol dire che la legge è uguale per tutti, ma per qualcuno è ancora più uguale.

  12. Approfitto di questo spazio per dire a tutti quelli che nominano in continuazione Galliani che sinceramente avete rotto i coxioni. La Salernitana ha le sue partite da giocare e si trova in netto vantaggio sul Monza, quindi se il campionato dovesse finire male se la deve prendere solo con sé stessa per i troppi punti lasciati per strada. Basta voler cercare sempre trame occulte dovunque! Preoccupiamoci piuttosto di scavalcare il Lecce per andare direttamente in A perché, detto fra di noi, nei playoff ti giochi tutto in 180 minuti e un allenatore catenacciaro come Castori è andato bene fino ad ora per collezionare punti provenienti da pareggi (0 a 0) ma nelle gare secche dei playoff bisogna segnare, e per come gioca Castori la Salernitana non è questa grande potenza in attacco. Quindi rompiamo il cuxo al Monza, 1 punto a Pordenone e speriamo di chiudere con Empoli già promosso e Pescara già retrocesso.

  13. Guarda che se la Salernitana ottiene il terzo posto con due pareggi a 0-0 ….va in serie A.
    X castori….manna dal cielo al contrario di quello che scrivi.
    Per il resto d’accordo!
    Forza SALERNITANA

  14. Caro Luigi, il problema è che ci saranno anche gli avversari e nelle partite secche si giocheranno il tutto per tutto. Io dico solo che per Castori sarebbe il momento di osare un po’ di più, cercando di fare più punti possibile e di scavalcare il Lecce. Tanto, male che vada, i play off li andiamo a fare lo stesso, però cercare di andare in A direttamente sarebbe una via che penso vada tentata.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.