Tutino sempre più innamorato di Salerno: “Una favola durata 9 mesi”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Non è facile trovare le parole per racchiudere questi 9 mesi a Salerno. Non bastano 9 immagini, serve ripensare a quanta strada è stata fatta per arrivare alla gioia che stiamo ancora assaporando. Ricordo ancora il giorno in cui il direttore Angelo Fabiani e Alberto Bianchi vennero a prendermi nel ritiro del Napoli a Castel di Sangro. Mi fecero capire quanto la Salernitana aveva deciso di puntare su di me. Più di qualsiasi altra squadra, facendomi sentire subito al centro di un progetto ambizioso e solido. Il primo grazie va a loro e ai proprietari Claudio Lotito e Marco Mezzaroma, persone che mi hanno permesso di conoscere una città che mi ha riempito d’amore e di affetto. L’unico rimpianto di questa stagione è non aver sentito l’Arechi tremare dopo un gol, ma la gente di Salerno è stata sempre con noi. E li sentivamo, anche se non potevano essere presenti. È stato un anno magico perché questa Salernitana non è stata solo un insieme di giocatori, ma un gruppo vero. Una SQUADRA. Di uomini, di professionisti e di amici che hanno smentito tutti i pronostici della vigilia. Merito di tutti, di chi ha giocato di più e di chi ha giocato meno. Merito di chi ha costruito quest’unione: mister Castori e tutto lo staff tecnico hanno lavorato ogni giorno spingendoci verso l’obiettivo. Ce l’abbiamo fatta, grazie anche al lavoro delle persone che non avranno titoli sui giornali ma che nello spogliatoio sono determinanti. Penso ai magazzinieri Rosario e Gerardo, al nostro team manager Sasà Avallone a Peppe, il nostro tuttofare e a tutto lo staff sanitario.Sono stati sempre con noi, soffrendo nei giorni difficili, piangendo di gioia in quel 10 maggio che è ormai un sinonimo di felicità. Abbiamo vissuto 9 mesi da favola, abbiamo scritto la storia e oggi questa stagione finisce ufficialmente. Voglio dire grazie a tutte le persone che ho citato qui sopra e a tutta Salerno. Tutto è cominciato un giorno di settembre a Castel di Sangro. Nove mesi dopo, godiamoci il riposo e ripensiamo a quanto è stato bello questo viaggio. Partito da lontano e arrivato in serie A.

Questo è il post emozionante scritto da Gennaro Tutino attaccante della Salernitana sui social

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Grazie Gennaro…. e vorremmo che tu resti a salerno .. giocatori come te e il resto della squadra siamo fieri di avervi a salerno …. professionisti doc….

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.