Il presidente degli Architetti: “Salerno a rischio crolli, da 10 anni non si fa niente”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
La città cade a pezzi, diffuso rischio crolli. Dure accuse – come titola il “Quotidiano del Sud” dal presidente degli architetti: «Il Capoluogo poteva essere rigenerato ma l’assessore da 10 anni non fa niente, idioti negli uffici tecnici». Pasquale Caprio va giù duro: «Un terremoto non lascerebbe nemmeno le fondamenta. Quartieri nati da speculazioni e inurbamento senza un’idea di moderna urbanistica. L’attuale classe dirigente millanta. Un po’ delle cose fatte risalgono al Piano Urban e a Conte».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Del resto basta vedere la vicenda Crescent continuate a votare questi personaggi che andiamo bene sono buoni a costruire solo palazzoni inutili ……

  2. È vero presidente, questi attuali signori amministratori proclamano ‘La Salerno del futuro’ , dopo 30 anni di sostanziale continuità. Alcuni erano con i pantaloni corti quando tutto è cominciato ed ora non vogliono riconoscere a che punto di degrado urbanistico e sociale è questo invivibile paesone. Basta con gli spot elettorali! !!

  3. Questi signorotti come se non bastasse parlano ancora e solo di cemento la Salerno del futuro, ecco questo è il programma della Famiglia, desertificate ancora di più la città che non c’è, il 3 è il 4 ottobre diciamo basta, votiamo anche i Marziani ma questi devono andare via dalla Campania forse dall’italiano, questi non amano niente, amano solo se stessi……… Punto

  4. Peccato che solo oggi dopo un periodo di 30 anni si sveglia l’arch. Caprino e &, non dissero unaparola quando fu approvato il PUC e qualcuno disse” costruttori arricchitevi “dando fine alla nostra amata Salerno, tanto loro sono di un altro pianeta e i Salernitani credettero in un miracolo il nuovo miracolo dei pochi amici, spero che oggi si guardano un poco in giro per vedere e capire come hanno lasciato la città.

  5. Il problema non è stato il PUC di Bohigas, ma il fatto che sia stato utilizzato a fini di propaganda per essere stravolto a suon di varianti. La città e pezzi di costa del demanio pubblico, sono stati donati agli speculatori edilizi mentre i cittadini venivano asfissiati dalle tasse per sostenere carrozzoni clientelari e spinti ad andar via per i prezzi inaccessibili delle case e mancanza di lavoro (se non si apparteneva al giro giusto). Risultato? Spopolamento, vani vuoti e prezzi degli immobili che crolleranno dando il colpo di grazia a questa disgraziata città. Solo quando l’inevitabile bolla immobiliare esploderà toccheremo veramente con mano gli effetti del regno dei De Luca.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.