Turismo, il Comune respinge le accuse «Ora collaboriamo»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
“Noi ai cittadini abbiamo raccontato un fatto riferito dagli organi d’informazione con grande evidenza. Una verità inconfutabile che abbiamo ritenuto di pubblicizzare con il chiaro intento di infondere una speranza di futuro. Noi non abbiamo tempo di appuntarci medaglie al petto e di alimentare polemiche. Siamo impegnati ogni giorno a migliorare l’attrazione della Città presupposto indispensabile per il successo dell’accoglienza da parte degli imprenditori privati”.

Il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli replica al presidente di Federalberghe e Confcommercio Salerno Giuseppe Gagliano che, in un lettera aperta ha rivendicato il merito e il lavoro svolto dagli operatori turistici.

“Voglio ricordare il lavoro svolto negli ultimi mesi finalizzato a potenziare l’attrazione della Città a principale beneficio di albergatori, gestori di strutture ricettive extralberghiere e pubblici esercizi. Le nuove spiagge frutto del ripascimento sono state frequentate da migliaia di persone, aperti nuovi parcheggi tra via Vinciprova e Genio Civile al servizio del commercio e della movida. A tali posti auto presto si aggiungeranno i settecento di Piazza della libertà.

Anche la stessa Piazza della Libertà e la sua splendida passeggiata a mare con bar e ristoranti saranno presto aperti creando un nuovo grande polo di attrazione per il tempo libero ed il divertimento – ha dichiarato il primo cittadino –

Abbiamo, inoltre, sospeso la tassa di occupazione di suolo pubblico, prevedendo finanche la possibilità di ampliamento dell’uso degli spazi esterni per i pubblici esercizi, semplificato pratiche ed adempimenti. È stato organizzato per questa estate un importante calendario di mostre, spettacoli, eventi di grande richiamo in più location della Città”.

Per Napoli, tali risultati sono frutto del lavoro di promozione della città, avviato con l’evento “Luci d’Artista” “che ha inserito Salerno nei più importanti circuiti turistici nazionali e che sarà riproposto in un calendario di eventi ed iniziative da presentare all’attenzione degli operatori alla Fiera Ttg di Rimini.

Procedono i lavori per il definitivo decollo dell’Aeroporto. È stato aumentato il dragaggio dei fondali del porto per facilitare l’arrivo di nuove e più grandi navi da crociera a Salerno”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Vorrei suggerire il prossimo titolo per un libro a Saviano, che pur non amo, Delukolandia.

    La mia è una questione di moralità nella gestione dei beni dei salernitani e di salute mentale.

    Chi è prodigo con le cose proprie, regalando soldi suoi e beni suoi senza motivo, ci pensano i familiari a farlo interdire.

    Chi è prodigo con le cose non sue o è un ladro o è un truffatore o è un venduto, comunque se è un amministratore anche solo di condominio, tradisce il suo mandato, eccede nel mandato, raggira i condomini.

    Chi ci vuol convincere che le cose nostre sia bene che vengano regalate insieme ai soldi nostri, vuol dire che ha problemi, ed allora è bene che si faccia esaminare o da un medico o da un giudice.

    Se noi ci lasciassimo convincere che è bene per noi pagare la tari più alta delle città provinciali di tutta Europa per poter regalare i nostri beni ed le nostre tasse per arricchire un privato, sarebbe bene che i nostri cari ci propongano per un tso.

    Un amministratore che ragalasse del condominio da lui amministrato superfici sottosuolo spiagge parcheggi edifici scuola materna condominiale fiume garage attività di artigiani ed imprese del suo condominio e bed & breackfast situati nel suo condominio per poi pagare i danneggiati abbattimenti espropri con le quote ed i depositi condominiali, per in più poi costruire e regalare un tettopiazza alle attività del privato a cui ha regalato quanto sopra, sempre con conti del condominio, per poi quadruplicare nel suo mandato le quote condominiali, meriterebbe un posto in cella ordinaria se colpevole di qualcosa altrimenti un posto in cella imbottita.

    Ma i condomini che non lo fermassero meritano certamente un trattamento psichiatrico per la terapia da sindrome di Stoccolma

  2. Avete presente un padre di famiglia pieno di vizi e pure prodigo, nel senso che regala i beni di famiglia ed infine pure il posto dove vive la sua famiglia?
    Ecco ci siamo, i delukisti per mettere una pezza al bilancio in rosso, dopo aver regalato i luoghi dove non abitavamo adesso vendono (regalano agli amichetti) la nostra casa comune i luoghi del nostro vivere le ultime spiagge le piazze e le strade dove noi camminiamo e passeggiamo. Esempio prima il sottosuolo adesso anche tutta piazza Mazzini.
    Certo queste cose non le pubblicano i giornali come questo. Se non mi credete informatevi sulle ultime proposte dei delukisti per mettere una pezza al bilancio, il bilancio rosso fuoco dalla vergogna, come la super tari.

  3. La notizia del giorno
    “I generosi salernitani che già hanno regalato ad un prenditore privato straniero la più costosa pregiata ambita zona demaniale con spiaggia e mare e veduta sulle due costiere, provvedendo a spese loro ad acquisto espropri risarcimenti per perdita avvimento attività private e mancati futuri guadagni, abbattimenti di albergo attività private import exporto, grossisti nautici ed accessori, cantieri nautici, grossisti materiali edili, grossisti materiali lignei, rinuciando a centinaia di posti di lavoro storici, abbattimento e distruzione di parco pubblico istituto scuola nautica pubblica parcheggio pubblico economico, tutto con le loro tasse, insistono a regalargli a sto privato straniero anche 8.000.0000 più 22.000.000 più per ultimo altri 2,000.000 per costruirgli il tetto piazza al suo iperlussuoso condominio privato.”

    Lo stesso prenditore privato che sta facendo i grattacieli in prima linea sul lungomare nella speculazione ex marzotto.

    Come è bello costatare come anche la natura si adatta alle necessità del progetto speculativo per massimizzare il guadagno.

    Vi erano sui due lati della strada a partire dalla torre angellara fino alla Regione due file di alberi ormai secolari ad abbellire quella via orbene sono tutte là, tutte sane, ma quelle che finivano sul progetto speculativo riducendone il guadagno hanno pensato bene di ammalarsi, così tanto, da dover essere abbattute per poi speculare pure sul loro legno.
    È proprio una curiosità biologica, una sera degli operai si aggiravano con delle lattine intorno agli alberi e poi si è scoperto che si erano irrimediabilmente ammalate le piante.
    Una malattia che stranamente ha coinvolto solo le piante che davano fastidio all’attuazione del progetto, ne quelle prima , davanti all’hotel mediterraneo, ne quelle dopo dal novo hotel in poi, ne quelle di fronte lato finanzieri, solo le piante che ostruivono il proggetto limitandone il profitto.
    Che dire invece del fatto che nessuna bonifica dell’amianto è stata fatta in quell’area prima degli abbattimenti, eppure è storia, ed io lo so perché una mia lontana zia ne è morta 25 anni dopo averci smesso di lavorare alla Marzotto ed a tanti di loro è stata riconosciuta la esposizione ad amianto, in quell’epoca perfino i tubi dell’acqua, gli isolamenti termici ed acustici, le impermeabilizzazione ed gli impianti termici ed industriali elettrici facevano grande uso di amianto.
    Ebbene hanno abbattuto tutto con grande diffusione di micropolveri e microfibre, con appena degli schizzi di acqua per fingere di ridurre l’innalzamento e diffusione di dette polveri e fibre, che comunque quando si è asciugata l’acqua ed gli operai se ne sono andati il vento ha portato in giro in parte, mentre la restante continua a essere inglobata in cemento manufatti terreni fondamenta terra e strutture e respirata da operai e cittadini.

  4. La storia del Crescend e del tetto piazza condominiale che noi regaliamo al condominio della megaspeculazione privata crescent (per la modica cifra di 32.000.000 con gli ultimi 2 milioni) delle nostre tasse, è tuttta qui:

    I ratti stranieri insieme all’amica zoccola di uno di loro, sono venuti a Salerno è se la stanno mangiando tutta, ma il colpaccio lo hanno fatto al porto ed alla ex marzotto.
    La dimostrazione stessa, se vene fosse ancora bisogno è il Crescent.
    Un abominevole furto danno esproprio di cose pubbliche e private abuso di uso di demanio e spiagge e fiume e regalia di decine e decine di milioni e milioni di nostre tasse ed di centinaia di milioni di beni pubblici e superfici suoli sottosuolo spiagge fiumi pubblici, scuola pubblica istituto nautico, parchi pubblici e parcheggio pubblico economico, regalati ad un privato a danno di esercenti commercianti ed cittadini di Salerno, di studenti e genitori. Concorrenza sleale ad imprenditori tutti a vantaggio di un singolo prenditore, abbattimenti espropri di tutto il preesistente e risarcimenti a spese nostre.
    Innegabili ne negati fatti, certificati e fotografati dai processi

  5. Giudicheranno i gestori ed gli esercizi di Salerno quando perderanno i pochi clienti a favore del Crescent, le imprese i genitori i cittadini ecc. quanto sia risibile che con i soldi delle loro tasse il comune gli favorisca un concorrente e straniero per di più.
    Regalando a codesto i sacrifici della loro intera vita nelle loro attività i beni comunali il demanio spiagge e superfici parcheggi e sottosuolo piazze e strade, l’istituto nautico pubblico fogne e letto di fiume, le loro tasse l’albergo che vi era, le loro imprese ed il parcheggio più economico e centrale di Salerno.

  6. Vorrei tornare al tema del delukista che toglie un grosso pezzo di carbone compresso sporco e non trasparente (il più grosso diamante grezzo mai posseduto dagli indigeni che lo possiedono da sempre), lo toglie agli indigeni per regalarlo ad un suo amico, straniero come lui.
    Perchè lo avrà fatto? Per amore della estetica, per amore per il suo simile straniero come lui, per odio degli indigeni, per partecipazione all’illecito arricchimento?
    Poco importa ora al posto del diamante grezzo nel registro dei beni degli indigeni c’è il vuoto assoluto, in quello dello straniero ci sono centinaia e centinaia di milioni in più. Ma nel registro dei beni dei delukisti cose c’è? Un semplice grazie a buon rendere? Un quartino un loft un appartamento crescentino presente o futuro per qualcuno vicino? Chi lo sa!
    Ma cosa che più fa ridere è che nel registro dei beni degli indigeni poi viene iscritto sul suo un debito di 8.000.000 più uno di 22.000.000 sempre a favore dello stesso straniero.
    Ora però i delukisti ci raccontano che lo hanno fatto per il bene degli indigeni.
    Gli indigeni che non sono pagati con i soldi di tutti gli altri indigeni troveranno un posto dove far convergere i loro voti?
    Delle due l’una, o hanno ragione i delukisti e gli indigeni sono dei dementi ma pure masochisti, per cui vanno trattati con castrazione degli attributi per ottenerne il voto.
    Oppure non vi sono più indigeni a Salerno ed è perciò che sotto i delukisti i residenti sono diminuiti, cacciati da Salerno gli indigeni e sostituiti con delukisti doc.

    Volete essere spogliati e cacciati in miseria anche voi da Salerno per dare le vostre cose tari soldi multe pedaggi tariffa posto macchina residenti per arricchire i delukisti?

    Vedete voi! Le favolette del delukista che scrive su questo blog evidenziano cosa essi sono e vi fanno, e per quali beoti masochisti vi considerano.
    Io non credo che siate i fessi che loro ritengono ed a cui si possono contare queste frottole.

    Hanno preso pezzi delle nostra salerno i migliori hanno speso i soldi delle nostre tassi per demanio espropèri abbattimenti per preparare il terreno e poi gli hanno regalato il centro si salerno allo straniero mare spiaggia fiume demanio istituti nautico pubblico parcheggio pubblico economico parco pubblico, albergo cntieri nautici grossisti nautici grossisti materiali lignei grossisti materiali edili ditte import export, tutti epropriati abbattuti risarciti di perdita avviamento attività e mancati profitti futuri con le nostre tasse, centinaia di posti di lavoro diretti e indotto di salernitni persi.

    E quanto ha pagato questo prenditore straniero ai salernitani per guadagnarci centinaia di milioni? ZERO, NIENTE, 0.

    O forse qualcosa ad un lucano lukista di potenza , cosa pensate?

  7. Non capisco questo anonimo che fa lunghi wall of text che nessuno leggerà. Come pensa di far arrivare il messaggio all’elettorato? Anonimo ti dò un consiglio: fai messaggi brevi , concisi che vadano nel segno.

  8. Non faccio messaggi per l’elettorato, io sono per il cambiamento e non porto nessuno, mi sostituisco ai giornalisti con la schiena a 90 gradi, che non hanno alcuna intenzione di raddrizzarsi.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.