Contributo a fondo perduto 2021, le scadenze di settembre e come fare domanda

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
A settembre si concentrano le scadenze di alcuni degli aiuti destinati a imprese, partite Iva e proprietari di immbili affittati. Nello specifico si tratta del fondo perduto, del bonus affitti e del fondo perduto perequativo

Il primo appuntamento è per il 2 settembre, giorno in cui scade la presentazione delle domande per il contributo a fondo perduto per le attività stagionali. Possono richiederlo coloro i cui ricavi e compensi non superino i 10 milioni di euro e il cui calo mensile medio del fatturato e dei corrispettivi dal 1° aprile 2020 al 31 marzo 2021 sia stato di almeno il 30% rispetto al periodo dal 1° aprile 2019 al 31 marzo 2020

Il 2 settembre è anche il termine per l’invio dell’istanza sostitutiva che consente di correggere la precedente in caso di errori. La domanda va presentata telematicamente tramite la procedura web nel portale Fatture e corrispettivi del sito web dell’Agenzia delle Entrate, oppure tramite software di compilazione e successivo invio attraverso il Desktop telematico

Il 6 settembre è invece la data di scadenza per il contributo a fondo perduto per gli affitti che riguarda i locatori di immobili a uso abitativo che hanno ridotto, o ridurranno entro il 31 dicembre 2021, il canone di affitto dovuto dai propri inquilini

Il bonus spetta per gli immobili che si trovano in comuni ad alta tensione abitativa, ed è pari al 50% della riduzione del canone d’affitto fino a un massimo di 1.200 euro

Per effettuare la domanda bisogna procedere per via telematica. All’interno dell’applicativo dell’Agenzia delle Entrate verranno precompilati i dati del contratto e della rinegoziazione comunicata mediante il modello RLI

Dopo la scadenza del 6 settembre, l’Agenzia effettuerà il calcolo dell’importo provvisorio spettante al richiedente, sulla base dei dati indicati nella domanda. Per l’agevolazione sono stati stanziati 100 milioni di euro

È il 10 settembre la data ultima per presentare la dichiarazione dei redditi ai fini dell’accesso ai contributi a fondo perduto perequativi. Per ottenere l’aiuto i titolari di Partita Iva devono anticipare di più di due mesi la trasmissione della dichiarazione, la cui scadenza è il 30 novembre

Il termine del 10 settembre è stato fissato per misurare il possesso o meno dei requisiti per poter accedere al beneficio che consistono nell’aver registrato un peggioramento del risultato economico d’esercizio nel 2020 rispetto al 2019

Per conoscere la percentuale esatta del contributo, bisogna ancora attendere il decreto attuativo del Ministero dell’Economia che definirà tutti i dettagli della misura

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.