Campagna di vaccinazione in Italia rallenta. Ecco perchè è allarme virologi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
La campagna di vaccinazione va avanti ma il ritmo rallenta. È questa la cattiva notizia che allontana gli obiettivi fissati in fase di apertura degli hub regionali dal commissario all’emergenza Coronavirus Francesco Paolo Figliuolo e dal presidente del Consiglio Mario Draghi.

Deadline alla mano, entro due mesi si dovrebbe raggiungere una platea del 90% di vaccinati in Italia. Ma, dopo il trend in frenata, si tratta di un obiettivo sul quale si posa più di qualche dubbio.

I numeri della vaccinazione in Italia, quante dosi somministrate al giorno
La media settimanale all’11 settembre 2021 è di 85mila dosi al giorno somministrate complessivamente in tutti gli hub regionali d’Italia. Ieri sabato 10 settembre una battuta d’arresto forse ancora più marcata: in tutto, le punture sono state 75mila.

Confrontando le cifre più recenti con quelle della settimana precedente, si nota che il dato medio è inferiore di circa 15mila unità. Tra la fine di agosto e il 5 settembre, infatti, erano 100mila le immunizzazioni ogni 24 ore. Si tratta, in entrambi i casi, di richiami, soprattutto.

All’inizio di agosto si procedeva invece a un ritmo di 180mila somministrazioni quotidiane.

Perché è importante raggiungere la soglia del 90% di immunizzati
Attualmente gli obiettivi di inizio campagna sono in bilico, seppur non totalmente compromessi, nonostante i guai di AstraZeneca, le riserve dei no-vax, i ritardi nelle consegne ed altri accadimenti che hanno reso tutt’altro che lineare il percorso verso l’immunità di gregge. L’obiettivo di settembre, cioè il raggiungimento dell’80% di cittadini immunizzati appare a portata di mano: al momento hanno ricevuto la prima dose 43,5 milioni di italiani, cioè l’81,5% della popolazione over 11, ovvero della platea vaccinabile.

Stiamo per raggiungere l’immunità di gregge? Non è una risposta scontata.

Trattasi di una condizione difficilmente raggiungibile nella pandemia in atto, continuamente messa in discussione dalla maggiore efficacia, contro Pfizer, Moderna, AstraZeneca, J&J della variante Delta.

Ecco perché il ministro della Salute Roberto Speranza vorrebbe portare la percentuale di italiani protetti al 90% e spinge per raggiungere l’obiettivo: ad esempio con un’estensione del Green Pass – qui tutti i dettagli.

Non aiutano le ambiguità di alcuni partiti sul tema, di recente, ad esempio, ha fatto discutere un’affermazione del numero uno del Carroccio, Matteo Salvini.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Ahuahuahuahu mi piace che scrivete ancora “immunizzazione “. Ma se i positivi ed i morti superano i non vaccinati.
    Non vi crede neanche più vostra madre.
    Il business continua

  2. Ma sto demente che scrive con 30 nickname diversi che pensa di fare?
    Penso che i genitori sicuramente sono rammaricati, un inutile idiota del genere è da Guinness dei primati.

  3. Immunità di gregge e allora. dove sta, questi quattro coglioni non sanno neppure quello che dicono, in quali mani stiamo, ormai i danni prodotti dal covid 19 dal 2020 ad oggi, adesso tutto passerà importante igiene e mascherine i vaccini baaa non servano atteso che ci vorranno altre dosi 1 2 e 3 4 gli esperti si iniettassero loro I nuovi vaccini compreso i politicanti della nostra patria malata per merito di questi incapaci e nullafacenti, mi meraviglia i vertici anche loro non sanno un cazzo, chiedete ai Cinesi eredi di Mao, capitalisti senza anima e dignità, il libretto rosso di Mao che fine ha fatto dove è stato gettato………

  4. Proprio non capisco perché si continui ad ABUSARE del termine “immunizzati”!
    Ma quindi VOI GIORNALISTI che scrivete questi articoli dichiarate ed affermate che i vaccini danno L’IMMUNITÀ?
    Quindi un vaccinato è IMMUNE al virus e quindi non si può infettare né ammalare?
    Meritate di essere denunciati e condannati, voi e chi vi paga!
    E mo censurate pure, che è la cosa che più vi riesce.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.