Stampa
Una bibliotecaria dell’isola indonesiana di Giava ha messo in piedi una biblioteca mobile, mediante la quale presta libri ai bambini in cambio di plastica e spazzatura. In questo modo, l’uomo esprime la propria volontà di sviluppare, nelle nuove generazioni, la consapevolezza dell’ambiente e un maggiore interesse verso la cultura e i libri.

Spazzatura in cambio di libri, piccola iniziativa, grande impatto

Ogni giorno della settimana, Raden Roro Hendarti carica il suo veicolo a tre ruote con libri e si dirige verso il villaggio di Muntang. Lì raccoglie la spazzatura dai bambini del villaggio e presta loro libri in cambio. È una piccola iniziativa che ha un grande impatto, visto che rende i bambini della regione più consapevoli del loro ambiente. I rifiuti di plastica sono un grave problema in Indonesia, soprattutto nelle aree rurali remote.

La gente si precipita non appena arriva. Molti bambini si mettono in fila per avere uno dei suoi ambiti libri. Questi vengono distribuiti in cambio di bicchieri di plastica, borse e altra spazzatura, che Raden raccoglie sul suo tre ruote. Quindi lo porta ai suoi colleghi, che selezionano i materiali, i quali – poi – verranno sottoposti a riciclo o vendita.

Raden raccoglie circa 100 chilogrammi di spazzatura in questo modo ogni settimana. “Per combattere il cambiamento climatico e salvare la Terra, dobbiamo anche occuparci dei nostri rifiuti”, afferma. Ogni giorno l’iniziatrice della “Biblioteca della spazzatura” pesa la plastica che ha raccolto, per mantenere una visione d’insieme e tenere traccia di quanto viene raccolto nel tempo.

I bambini amano la biblioteca mobile

I bambini adorano la piccola biblioteca mobile. “Quando c’è troppa spazzatura, il nostro ambiente diventa sempre più sporco e non è salutare. Ecco perché andiamo a cercare la spazzatura, così possiamo usarla per prendere in prestito libri“, dicono i bambini. Anche dopo la scuola, sfogliano i libri per leggerli e conoscere nuove cose.

Raden Roro Hendarti non è solo felice di incoraggiare i bambini a leggere di più. Grazie alla sua iniziativa, trascorrono anche meno tempo a giocare online. “Costruiamo una cultura dell’apprendimento fin dalla tenera età per mitigare i danni causati dal mondo online“, afferma. Il problema dei bambini che diventano dipendenti dal gioco online è peggiorato durante la pandemia di COVID-19.

Missione per migliorare l’alfabetizzazione

Molte scuole in Indonesia sono chiuse da tempo a causa della pandemia. Questo ha avuto gravi conseguenze. Un rapporto della Banca Mondiale avverte che oltre l’80% dei giovani in Indonesia potrebbe perdere l’opportunità di imparare a leggere secondo gli standard minimi dell’OCSE.

Trasportando fino a 6.000 libri al giorno nella sua biblioteca su tre ruote, Raden Rodo Hendarti sta facendo il possibile per aiutare i bambini della comunità.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.