Stampa

“Sandro Nisivoccia non è più con noi! Questa notizia è trapelata velocemente e tutto il teatro salernitano è rimasto attonito nel prendere coscienza del percorso della vita. Ti immagino adesso sulla tua vespa insieme all’adorata Regina riprendere a scorazzare nei celi, pensando magari a quello che dovrai mettere in scena.

Alle pulizie da fare in un teatro che sicuramente ti sarà dato, per ospitare le tue emozioni, il tuo modo di esternare il talento artistico che ti apparteneva. Potrai contare sul supporto di tanti altri artisti, che purtroppo non ci sono più e che ti hanno preceduto e con loro condividerai momenti di memoria, di fatti che hai vissuto qui nel luogo che ti ha visto far crescere tanti allievi.

Un luogo che ti è stato negato allorchè il peso di mantenere un teatro a determinate condizioni è diventato impossibile e nessuno, dico nessuno, ha ascoltato il grido di dolore che si elevava forte dentro di te. Sei stato e rimarrai un grande mentore nella città di Salerno allorchè tu sei giunto in questa città provenendo dal Nord.

Ci mancherà la tua sfrenata dedizione a tutto quanto apparteneva allo spettacolo, al teatro in particolare, ma anche a qualsiasi altro evento, sempre di spettacolo avesse luogo in terra salernitana. Mancheranno le tue lezioni magistralis di teatro, il tuo modo di gestire uno spazio come il Sipario, poi Sangenesio, di promuovere i tuoi eventi, con tanto di secchio e colla ed olio di gomiti con cui diffondevi e promuovevi personalmente gli spettacoli da te messi su, appiccicando manifesti in prima persona sul territorio.

Ci mancherà anche la tua solitudine allorchè ti hanno lasciato solo dopo tanta fatica e nessuno, dico nessuno ti ha dato una mano. Ora sei volato via, sei libero di avere un luogo dove magari potrai avere tutto quello che qui non ti è stato dato e che mi auguro almeno adesso ti sarà riconosciuto. Sei stato maestro con la tua forza del sapere con il modo di considerarti sempre allievo e mai docente.

Maestro ci perdonerai per non aver saputo darti tutto quanto meritavi. La piccola consolazione è che adesso che sei nel mondo della verità, potrai toglierti la soddisfazione di vedere e capire chi ti ha voluto e ti vorrà sempre bene. Questo è il pensiero di una persona che ha sempre ammirato il tuo modo di essere artista e di essere uomo”.

Claudio Tortora

1 COMMENTO

  1. Non è certo il caso di Tortora, sincero nel suo ricordo, ma quanta ipocrisia si è riservata sul povero Sandro Nisivoccia, attore ritenuto mediocre da tanti che oggi ne tessono le lodi in morte, sovrastato dalla indubbia bravura attoriale dell’adorata moglie Regina Senatore e del figlio Roberto, impegnato nel teatro d’autore.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.