Fermati nel salernitano 3 carrarmati diretti in Ucraina, le carte dei rimorchi non erano in regola

Stampa
Tre carrarmati Pzh 2000 diretti in Ucraina, e provenienti dalla base militare di Persano (Salerno), sono stati fermati dalla Polizia Stradale di Napoli al casello di Mercato San Severino della autostrada Salerno-Caserta perché i trattori e i semirimorchi delle ditte private incaricate del loro trasporto erano sprovvisti della carta di circolazione e la prevista revisione periodica era scaduta. Inoltre, uno dei conducenti non aveva l’autorizzazione per guidare mezzi di trasporto eccezionali. E’ quanto riferisce il quotidiano Il Mattino nell’edizione di oggi.

I tre mezzi bellici sono stati spediti di nuovo alla base di Persano in attesa di essere ritrasportati su mezzi in regola con le carte: facevano parte di un convoglio di cinque carri armati diretti verso il luogo del conflitto in corso tra Ucraina e Russia. Gli altri due mezzi, che hanno passato i controlli, hanno proseguito il loro tragitto verso Bologna da dove poi, attraverso la Germania, arriveranno in Ucraina. L’episodio risale alla notte tra domenica e lunedì scorsi.
Fonte ANSA

9 Commenti

Clicca qui per commentare

  • Fateli trasportare ai militari questa tipologia di veicoli.
    Che figura questa ditta, nemmeno le revisioni hanno fatto.

  • Figuraccia cosmica! Chi doveva controllare e chi ha incautamente affidato il trasporto ”eccezionale” a dei peracottari? ….sorge sembra il maledetto dubbio…quale? che c’è sempre in mezzo qualcosa oltre l’ovvio. Intelligenti pauca. Qualche comandante vero ci farà sapere qualcosa anche noi….ci sarà qualche licenziamento in tronco?

  • Siete certi fossero diretti in Ucraina? O sarebbe il caso di controllare meglio??

  • Vergogna! Carri armati italiani spediti in Ucraina da Draghi il sedicente migliore non nel MIO nome. Trasportati da probabili mezzi della camorra se erano senza documenti in regola.

  • Ma è possibile che nessuno abbia controllato se i mezzi erano in regola con i documenti? Mah
    Molto probabilmente il trasporto era affidato alla ditta di qualche amico con il solito giro di regalie e tangenti a cui ormai siamo abituati ad assistere. Ci sarà qualcuno che indaga e soprattutto ci sarà qualche testa che cadrà? La mafia è lo stato.

  • il Vile Affarista (come lo definì Cossiga) non è nemmeno in grado , con i suoi complici, di organizzare un traffico d’armi verso i nazisti e l’isis.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.