Lega, Salvini a Napoli contestato a Salerno nessun problema/ VIDEO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
36
Stampa
salvini-palazzo-salernoInsulti e proteste all’arrivo, a Napoli, del segretario della Lega Nord Matteo Salvini. Un gruppo di napoletani ha urlato contro di lui “buffone, vattene, lavati con il fuoco”. Dopo aver risposto ad alcune domande dei cronisti, Salvini è risalito in auto ed è andato via senza tenere il previsto intervento in piazza Carlo III. Alcuni dei contestatori hanno mostrato bandiere del Regno delle Due Sicilie. Urla e spintoni anche contro i giornalisti, che circondavano Salvini per le interviste, da parte di chi ha provato ad avvicinarsi in modo ostile al segretario della Lega Nord. “Miei cori contro i napoletani? Quelli erano cori da stadio e ho chiesto scusa cento volte per quei cori. Scuse che rivolgo anche oggi”. Così a Napoli il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, accolto da insulti e proteste. “Io so che centinaia di napoletani hanno già firmato i nostri referendum”, ha aggiunto.

“A Napoli tornerò presto. Venti ultrà che inneggiano a ‘Genny ‘a carogna’ non rappresentano una città. Ci sono tante persone perbene, tanti disoccupati e pensionati che anche a Napoli hanno firmato per il nostro referendum per cancellare la legge Fornero, che vogliono liberarsi dall’euro e fermare l’immigrazione clandestina. La Lega lavora per loro, non per una manciata di violenti”. Lo dichiara Matteo Salvini, segretario della Lega Nord dopo la violenta contestazione accaduta questa mattina nella cittadina partenopea.

Gazebo smantellato dai militanti e niente comizio in piazza: la campagna elettorale della Lega nord è finita così, nel cuore di Napoli. Con insulti rivolti al leader Salvini, che è andato via senza tenere il previsto intervento in piazza Carlo III, ma anche agli attivisti presenti in piazza Carlo III nonché ai candidati come Antonio Coppola. “Io sono napoletano e qui parliamo di un progetto, il no all’euro, non di insulti”, ha provato a spiegare ai contestatori il candidato Coppola. Ma le proteste hanno avuto la meglio e, alla fine, via dalla piazza anche per lui. Prima di giungere a Napoli Salvini era stato a Salerno, in un’atmosfera decisamente meno tesa. Il segretario della Lega, in piazza Portanova, aveva firmato per i referendum promossi dal suo partito ed aveva risposto ai giornalisti. In tre-quattro gli hanno urlato contro frasi di contestazione, da lontano, ma senza creare particolari problemi. Sollecitato dai cronisti sulla città di Salerno ha detto: “E’ una città stupenda e ben amministrata”.

GUARDA IL VIDEO DE IL FATTO QUOTIDIANO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

36 COMMENTI

  1. Italia Liberaaaa….arrestati tutti i secessionisti, dai Leghisti a quei cafoni dei Neoborbonici, mandateli in galera e toglietegli il diritto di voto, andassero a votare in Spagna i Neoborbonici, vediamo se Re Carlo Borbone di Spagna sarà contento di ospitare l’ex COLONIA NAPOLI, questa volta imponetegli pure di utilizzare la lingua Spagnola come avete fatto per colonie del SudAmerica!

  2. Il Cilento esige e pretende la secessione totale dall’Italia,esige e pretende la costituzione di uno stato libero e indipendente. Vede con simpatia le logiche autonomiste della Lega Nord e voterà alle Europee Lega Nord.
    Cilento Libero e Indipendente da questa Italia che ci ha impoverito!!!!

  3. Cari conpaesani questo barbaro e’ nato e barbaro rimane……….ma non ha tutti i torti sull’europa ed immigrazione

  4. Sia attento Frank a non entrare nei confini del Cilento,ci sono forte correnti culturali che vedono nella secessione soluzioni morali ed economiche allo strapotere di apparati burocratici del potere centrale ed europeo.Ci sono logiche di pensiero filosofico che vedono in uno stato Neoborbonico la fattibilità di una realtà.Per eversivi e anti Cilentani
    come lei abbiamo carceri nelle grotte allo stato naturale che la aiuterà ad aprire il suo cervello bloccato dallo stato centrale.

  5. Libertà e secessione per il meridione, arrestate tutti i camorristi e i mafiosi.In galera sfruttatori della ricchezza meridionale.
    Viva la Monarchia Borbonica-Viva La Lega Nord.

  6. Il popolo del Cilento vota nella nazione libera del Cilento.I nostri Cafoni cilentani sono contadini che rappresentano l’economia agraria della nazione Cilentana con radici Neoborboniche e liberali!!!!! Il popolo cilentano mette in discussione la politica di sfruttamento del potere centrale e vuole la secessione dall’Italia!!!!! In quando a lei,non provi a passare il confine dello stato del Cilento perchè verrà arrestata come persona sgradita e con imputazione di portatore d’inquinamento e rabbia. Cilentani del salotto liberal di Roma.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.