Anniversario Terremoto Irpinia: D’Amelio, proposta di legge per la Protezione Civile

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
damelio_regioneNel giorno del 36° anniversario del terremoto dell’Irpinia, presentiamo una proposta di legge di riordino della Protezione Civile perchè, alla luce di quel drammatico ricordo e del tragico terremoto che ha colpito, di recente, l’Italia centrale, oggi più che mai è necessario rafforzarla e rinnovare il ricordo di quei tragici momenti con una fattiva speranza in piu’”. E’ quanto ha affermato la Presidente del Consiglio Regionale della Campania Rosa D’Amelio intervenendo alla conferenza stampa tenuta stamani ad Avellino insieme con il presidente della Commissione regionale Ambiente Gennaro Oliviero, primo firmatario della proposta, condivisa dal vertice dell’Assemblea legislativa regionale.  




“Ricordo il dramma del terremoto che colpì l’Irpinia ed io, giovane ragazza, impegnata come tutti a scavare a mani nude tra le macerie per tentare di salvare vite da quell’immane catastrofe” – ha detto la presidente del Consiglio regionale ricordando che “allora non c’era la Protezione Civile e forse anche per questo si persero migliaia di vite.  L’Italia , oggi, ha, invece, un modello di Protezione Civile esemplare nel mondo, come dimostrato anche in occasione degli ultimi terremoti che hanno colpito l’Italia centrale e su di essa vogliamo investire come Consiglio Regionale della Campania per renderla ancora più efficace ed efficiente al servizio dei cittadini della nostra terra e delle popolazioni che ne potrebbero avere bisogno”. La Presidente D’Amelio, che oggi sara’ impegnata in tour del ricordo e della solidarietà in Irpinia, ha anche ricordato quanto fatto da Sindaco di Lioni per la messa in sicurezza degli edifici pubblici e delle scuole, ” tema quest’ultimo su cui c’e’ ancora tanto da fare e da investire”, ha rimarcato.

Armonizzare le politiche di Protezione Civile con gli strumenti di pianificazione territoriale e in particolare con la programmazione urbanistica e di difesa del suolo, una precisa identificazione del Sistema Regionale di Protezione Civile, ed una importante novità rappresentata dalle Sale Operative Provinciali Integrate  (Sopi) sono tra i punti fondamentali della proposta di legge. “Per la prima volta si crea un sistema di rete della protezione civile che, dall’alto verso il basso, vede nelle Sopi il suo centro nevralgico finalizzato allo smistamento di tutte le informazioni – ha spiegato Oliviero – ; inoltre si dispone lo stanziamento di appositi fondi anche in anticipazione di quelli statali, per il ripristino delle strutture e delle infrastrutture pubbliche o di interesse pubblico danneggiate e alla rimozione del pericolo e della prevenzione del rischio. 
Alla conferenza stampa, introdotta dal giornalista Norberto Vitale, ha preso parte anche il direttore regionale della protezione civile, Italo Giulivo. 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.