Pd: De Luca, non capisco scissioni, si pensi a vita italiani 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Premette di essere tra quelli che “fanno fatica a capire i motivi di una scissione” nel Pd e, il governatore della Campania,Vincenzo De Luca, sottolinea anche che a lui poco importa che”si cambi gruppo dirigente, segretario”. Punta piuttosto l’attenzione su altro: “I cittadini italiani vogliono avere risposte sui temi che riguardano la loro vita, il futuro dei figli”. Ecco perché si augura che “non prevalgano posizioni personalistiche, rancori, ma che si trovi la strada di un dibattito ordinato e interessante per gli italiani”. “Tutta la discussione politica, da centrosinistra al centrodestra si svolge in maniera indifferente alla vita, c’è da essere sconcertati”, ribadisce nel corso di una trasmissione televisiva in onda su LiraTv. “L’unica classe dirigente vera è quella espressa dal centrosinistra – conclude – questo dovrebbe accentuare il senso di responsabilità di tutti all’interno del Pd”.
Per il governatore della Campania, nella politica italiana “c’è un quadro di balcanizzazione generale”. E questo comporta “il rischio reale di un allontanamento dei cittadini dalle istituzioni democratiche, dalla democrazia”. “Si rischia – sottolinea – di dar vita ad una situazione in cui una persona normale che ha problemi, sarà disponibile anche ad un regime autoritario quale che sia pur di farla finita. C’è da essere estremamente preoccupati”. “Nei Cinque Stelle quotidianamente prosegue l’avventura di Roma Capitale  nel centrodestra abbiamo uno scontro ormai aperto tra Salvini e Forza Italia. Mi chiedo quale sarà la valutazione che farà un cittadino normale della classe dirigente”. “In un paese democratico si prevede anche la battaglia politica, lo scontro, il confronto delle idee anche duro – aggiunge – Ma quando si arriva ad un punto di balcanizzazione generale della vita politica come sta succedendo in Italia, quando si arriva ad una situazione dove non sembra esserci un punto di certezza, il rischio reale è un allontanamento dalla democrazia”.
(ANSA).
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. La gente si allontanerà pure dalla politica incapace di dare risposte serie ai loro tanti problemi, pero’ e’ sempre quella stessa gente che continua a riderti in faccia quando ti metti a fare lo statista da bar e, soprattutto, l’amministratore preoccupato del futuro occupazionale dei nostri giovani quando tu, i tuoi, giovani, uno lo fai nominare dai tuoi amici come Assessore esterno al Comune di Salerno e l’altro cerchi di farlo candidare in qualsiasi modo alla Camera dei Deputati.
    Il tutto, senza che questi stessi giovani abbiano dimostrato oggettive competenze e capacità ma che, comunque, sono destinati a gravare sulle tasche del contribuente.
    Pagliaccio, mettiti a lavorare seriamente, in questi tre anni che ti rimangono per la Regione Campania invece di viziare l’aria e poi vatti a nascondere.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.