Bimba di 3 anni sbranata da un Pit Bull, aveva il cane da 5 giorni

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Fino a quel momento Jason Dodge era sempre stato cauto con gli animali: non aveva mai voluto portare un cane in casa, ma quando ha visto Remington così affettuoso con suo figlio, ha deciso di aprirgli le porte della sua abitazione di Duncan, in Oklahoma.
Quel pitbull era in casa da appena cinque giorni quando si è scagliato contro la piccola Rylee Marie, 3 anni, sbranandola a morte sotto gli occhi atterriti della nonna che non è riuscita a far nulla per fermarlo.

L’attacco è avvenuto domenica: Jason era andato dal fratello e aveva lasciato sua madre con la bambina. Cosa abbia fatto scattare la ferocia dell’animale non è chiaro, fatto sta che, appena cinque giorni dopo essere stato accolto da quella famiglia, Remington ha aggredito Rylee. La donna ha chiamato immediatamente il figlio, ma completamente sotto choc continuava a ripetere solo le parole “cane” e “bambina”. Jason si è precipitato immediatamente a casa, ha caricato la piccola sul suo camion e l’ha portata in ospedale. «Non c’è stato nulla che potessero fare – ha detto l’uomo in lacrime – Avevo comprato quel cane da un amico cinque giorni prima. Non avevo mai voluto cani in casa, ma avevo portato mio figlio per farlo incontrare con il pitbull e lui si era dimostrato affettuoso: lo leccava e giocava tranquillamente con lui. Nei primi giorni a casa continuava a comportarsi nello stesso modo. Mai avrei pensato a una cosa del genere».

Quando la polizia è arrivata a casa dei Dodge, il cane ha tentato di aggredire un poliziotto, che a quel punto gli ha sparato uccidendolo. «Avevo chiesto agli agenti di ucciderlo – ha continuato Jason – O lo facevano loro o lo avrei fatto io. Adesso sono devastato dalla perdita di mia figlia, non so come riuscirò ad andare avanti». Lunedì Jason ha scritto un commovente post su Facebook per la sua bambina: «Mi manchi. Mi dispiace per quello che ti è successo: avevo promesso che non avrei mai permesso a nessuno di farti del male e, invece, non sono riuscito a proteggerti. Ti amerò per sempre e questo non cambierà mai».

Fonte Leggo.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.