Salerno: prende a calci cagnolino di un passante, arrestato extracomunitario

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
13
Stampa
Nella serata di martedì, gli Agenti della Polizia di Stato appartenenti all’Ufficio Prevenzione
Generale della Questura di Salerno hanno arrestato, per resistenza a pubblico ufficiale, un
uomo senegalese di 21 anni, (W. P. M. le sue iniziali), risultato irregolare sul territorio
nazionale, senza fissa dimora con precedenti in tema di reati contro il patrimonio, contro la persona e resistenza a pubblico ufficiale.

Una pattuglia della Sezione “Volanti” è intervenuta, alle ore 20.00 circa, in
Piazza XXIV Maggio (ex Piazza Malta), dopo una segnalazione giunta al 112 da
parte di un cittadino che riferiva alla Polizia della situazione di pericolo dovuta alla violenza,
da parte di un soggetto extracomunitario di etnia africana che, presente nella piazza in quel
momento, stava dando in escandescenza ed aveva appena colpito con calci il cagnolino della persona che aveva chiamato il numero unico di emergenza chiedendo l’intervento della Polizia.

Sul posto, gli agenti hanno fermato e sottoposto a controllo il 21enne. Il giovane, tuttavia, si è scagliato contro gli stessi, opponendo resistenza e violenza. Lo straniero, in forte stato di alterazione psicofisica, è stato accompagnato per accertamenti medici in ospedale dove ha continuato la resistenza anche contro il personale sanitario.

Gli agenti della Sezione Volanti hanno arrestato W.P.M. per resistenza a pubblico ufficiale e questa mattina, dopo le dimissioni dal reparto di psichiatria dove è stato
ricoverato e piantonato dai poliziotti, è stato posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria
che ne ha disposto la traduzione in carcere, in attesa del giudizio di convalida dell’arresto.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

13 COMMENTI

  1. dobbiamo pagare anche la sanità per questi vermi che andrebbero presi a calci nel culo nel vero senso della parola, insieme con i politici che li hanno fatti entrare nel nostro paese.
    Il signor Formisano ha ragione ma il guaio è che a Salvini mettono il bastone tra le ruote(vedi caso Diciotti).

  2. Sono sempre in alterazione psicofisica questi individui,chissà perchè. Ma li avete visti mai quando attraversano i semafori col rosso e mandano a fare l’automobilista che si permette di suonare il clacson? Sono persone che non sanno e non vogliono rispettare le più elementari regole civili. Li abbiamo soccorsi in mare,li abbiamo accolti in pompa magna nei porti e loro non dimostrano un minimo di riconoscenza verso il popolo italiano che razzista non è,ma che stà cambiando pensiero per il loro modo di agire. Ben vengano le restrizioni messe in atto dal governo.

  3. Sono proprio quelli favorevoli all’accoglienza che porteranno l’italia e gli italiani a raccogliere le cicche per terra…

  4. E ancora che vengono qui. A fare cosa non si sa. Anzi si sa eccome, a rompere il c…o. Fancxlo loro e chi dice che devono venire.

  5. Sono ancora animali, c’è poco da fare! La posizione è quella eretta, ma sono animali. Quindi niente regole, niente rispetto delle leggi, nessun rispetto verso gli altri e verso il paese che li ha salvati in mare e gli da da mangiare! E’ difficile accompagnarli presso le proprie ambasciate e consegnarli alle rappresentanze dei loro paesi?

  6. Perché queste cose accadono quando non ci sono lo, prendevo a calci nel culo fino alla stazione ma che merde

  7. 18:17, l’unica certezza è che il pd li ha fatti entrare a migliaia e continua a volerne far entrare altri, assieme alle -disinteressate- ong. Il fumo negli occhi lo avete voi che non vedete questo.
    Poi mi spieghi pure come dovrebbe risolvere ilproblema: se li espelle lo chiamate fascista; se non li espelle allora è fumo negli occhi; se li blocca, è sequestro di persona; se minaccia il carcere per i delinquenti, allora è un violento.. ma insomma, fate pace col cervello!
    Perbenisti di centro?sinistra con la puzza sotto al naso siete solo ipocriti buffoni, infatti quando toccano da vicino i vostri interessi diventate peggio delle peggiori destre (capalbio?), salvo poi riempirvi di belle parole quando il problema si allontana da voi.
    E comunque ho il dubbio che se avesse preso a calci un uomo di 40 anni non gli sarebbe successo nulla, nessun arresto e nessuna indignazione.. forse mi sbaglio, ma da quello che si legge di questi tempi pare che la vita di un uomo-maschio di 40 anni abbia molto meno valore di quella di, nell’ordine: un gattino, un cane, un lgbt, una donna, un bambino, un anziano. In altre parole, può morire senza che nessuno si indigni, sicuramente ristorato dai rapidissimi tempi della giustizia..

  8. D’accordo con Ugo nel primo concetto espresso, ma la vita di qualunque essere vivente “innocuo ed indifeso” sia esso umano che animale và rispettata,mentre per i “vermi umani” di qualunque colore o provenienza la galera dovrebbe essere l’unica dimora senza sconti e senza attenuanti.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.