La Crusca “riabilita” il Sud: si può dire “siedi il bambino” ed “esci il cane”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
In molti hanno chiesto all’Accademia della Crusca se fosse lecito costruire il verbo sedere con il complemento oggetto, dicendo insomma frasi tipo “siedi il bambino, siedilo lì” e via dicendo. I verbi di movimento sarebbero, infatti, per loro natura intransitivi.

A sorpresa l’istituzione linguistica ha cambiato orientamento e giudicato accettabili espressioni molto diffuse nel Sud Italia ma da sempre considerate errate: “Diciamo insomma che sedere, come altri verbi di moto, ammette in usi regionali e popolari sempre più estesi anche l’oggetto diretto e che in questa costruzione ha una sua efficacia e sinteticità espressiva che può indurre a sorvolare sui suoi limiti grammaticali”.

Non si tratta nemmeno di una concessione da parte degli esperti di grammatica e storia della lingua ai meridionali. “Queste domande – si legge nella motivazione – evocano situazioni, per così dire, tutte di ambito domestico, spesso caratterizzato da rapidità di linguaggio per affrontare determinate circostanze, per esempio quando c’è urgenza di far sedere, mettere seduto, posare su una sedia o un divano un bambino, magari piangente”. L’immediatezza di tali circostanze permette quindi una maggiore flessibilità nell’utilizzo delle espressioni considerate errate fino a poco tempo fa: “Non vedo il motivo per proibirla e neppure, a dire il vero, per sconsigliarla”.

L’apertura riguarda anche altre espressioni: “Una procedura sintetica che riguarda da tempo anche altri verbi di moto come salire scendere ma anche uscire e persino, al Sud, entrare, che in molti italiani regionali (non solo meridionali) ammettono, specie all’imperativo, il complemento oggetto (sali/scendi il bambino dalla nonna, esci il cane)”.

Fonte TGCom.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.