Covid, Scienziati: «Contagiosità inizia 48 ore prima dei sintomi e si annulla dopo 10 giorni»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
Stop al doppio tampone negativo. Dagli scienziati autori di ‘Pillole di Ottimismo’ un appello alle principali cariche istituzionali italiane, al ministro della Salute e al Comitato Tecnico Scientifico affinché venga abbandonata la procedura secondo la quale un paziente affetto da Covid-19 viene considerato ufficialmente malato e contagioso, finché per due volte consecutive l’analisi del tampone nasofaringeo non dia esito negativo. Lo scrive l’AdnKronos

Nella missiva la squadra, diretta dal virologo Guido Silvestri e da Paolo Spada, chiede che l’Italia si adegui alle nuove direttive dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) e riduca a 10 giorni il periodo di malattia per Covid-19 (più 3 giorni senza sintomi, nel caso ve ne fossero), abbandonando l’uso del tampone di controllo. E questo per 3 ragioni ‘chiave’, che riguardano la vita delle persone, l’economia e la salute pubblica.

“Come sapete – ricordano gli autori dell’appello – nel nostro Paese un paziente affetto da Covid-19 viene considerato ufficialmente malato e contagioso, finché per due volte consecutive l’analisi del tampone nasofaringeo non dia esito negativo.

Questo criterio, inizialmente adottato dall’Organizzazione mondiale della sanità, è stato poi cambiato progressivamente in molti Paesi e, infine, dall’Oms stessa, in base ad una crescente e ormai consolidata evidenza scientifica: il periodo di contagiosità che inizia circa 48 ore prima della comparsa di sintomi, ha il suo picco nei primi giorni, per poi calare rapidamente e sostanzialmente annullarsi entro 10 giorni. La positività del tampone può invece restare tale per molte settimane, fino a oltre 4 mesi dalla malattia, identificando, di fatto, solo tracce di materiale genetico del virus, non attivo e incapace di trasmettere l’infezione”, scrivono gli scienziati.

Fonte AdnKronos

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. piano piano si sta riacquistando la ragione.. e si sta dando spazio ai VERI MEDICI che non l’avevano mai perduta ma che erano stati censurati e minacciati.. Un giorno verrà a galla tutta la verità, e pure i mascherati forse lo capiranno

  2. Sarà che piano piano si incomincia a sapere qualcosa di più di un virus che fino meno di un anno fa nemmeno esisteva?

  3. Sui libri di storia si leggerà della più grossa pandemia dell’era post bellica, e di un gruppo di cittadini che negavano l’evidenza.
    Pippo, lo sai che anche durante la spagnola c’erano negazionisti come te? La storia gli ha dato torto.

  4. il solito babbeo 07:44, la spagnola 50 milioni di morti, il presunta pandemia covid, 800mila con numeri IPER POMPATI grazie a test fasulli!
    Il resto è noia, o stupidità vostra.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.